L’Aia ci va giù pesante | Rocchi avvisa gli arbitri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:10

Il designatore del Can di A e di B fa il punto della situazione e avvisa i direttori di gara.

Guida arbitro derby roma lazio
©Getty Images

Un rendimento della classe arbitrarle non proprio continuo e costante permette al designatore e ai massimi vertici del calcio italiano di fare un punto della situazione del metodo di arbitraggio in queste prime giornate di Serie A. A partire dalle innovazioni tecnologiche, dove il numero uno della FIGC, Gabriele Gravina, anticipa l’aggiunta della centrale unica per la sala Var: “E’ un sogno che diventa realtà, un progetto che ad aprile sembrava irrealizzabile in breve tempo. La Figc è stata la prima al mondo a lanciare la tecnologia nel calcio, a partire dalla Goal Line Techlogoy”. Tra le novità ci potrebbe essere anche quella della sperimentazione nei campionati giovanili dell’applicazione delle regole sul fuorigioco, con la modifica del concetto di ‘luce’ tra difensore e attaccante.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, ex scontento | Si avvicina l’addio

LEGGI ANCHE >>> Roma, ansia Mourinho | Rientro last minute

Rocchi fa il punto della situazione tra arbitri e Var

Poi è stato il nuovo designatore della Can (A e B, dallo scorso luglio, ndr) Gianluca Rocchi a fare un punto della situazione su alcune scelte non arrivate dagli arbitri stessi in campo. Preso ad esempio l’episodio di Handanovic in Sassuolo-Inter: “È soggettivo, come tale va lasciato all’interpretazione dell’arbitro in campo. Bisogna accettare che valuti un’azione diversamente dalla maggioranza”. Lo stesso designatore però fa una precisazione: “Sarebbe folle solo pensare che un direttore di gara si rifiuti di andare alla Var, se lo scoprissi non arbitrerebbe più. Rigori? Abbiamo chiesto di tenere una soglia alta, vogliamo rigori molto seri“.