Roma, terremoto Mourinho | “Proprietà avvelenata”

Roma, aumentano le polemiche e i rumors negativi intorno alla squadra capitolina, reduce da un momento tutt’altro che brillante.

calciomercato roma van de beek
José Mourinho ©Getty Images

La squadra è uscita a testa china nella freddissima serata di ieri sera contro il Bodo Glimt. I giallorossi hanno infatti, come tristemente noto, perso per 6 a 1 contro i norvegesi, a termine di una partita indegna e poco rispettosa nei confronti soprattutto di chi, nel pieno della settimana, ha percorso più di 3000 km per supportare la squadra.

Lo scacco, oltre che a far male per modalità e rotondità, potrebbe avere un sapore ancora più amaro, divenendo emblema dell’ormai lapalissiana rottura tra Mourinho e alcuni elementi. Sin dalle prime uscite stagionali, lo Special One ha mostrato di non tenere in considerazione diversi giocatori dello scacchiere.

Molti di questi sono stati schierati ieri sera, distinguendosi per una partita scialba, divenuta manifesto non solo della scarsa fiducia causata dalle scelte del portoghese ma anche della sempre più probabile sortita di numerosi di questi a partire dal mercato di gennaio.

Leggi anche –> Tiago Pinto sbotta, reazione in diretta tv del general manager della Roma 

Roma, il retroscena shock: “Friedkin furiosi con Mourinho”

Dan e Ryan Friedkin ©Getty Images

A gettare altra legna sul fuoco sono state le dichiarazioni rilasciate a Radio Radio Mattina 104.5 da Ilario Di Giovambattista che ha esplicitamente puntato il dito contro il mister giallorosso. Quest’ultimo è condannabile, a sua detta, di un’infelice gestione della rosa  che avrebbe “depresso” diversi dei giocatori finiti ai margini, come evidenziato anche dalla prestazione di ieri.

Queste, nello specifico, le sue dichiarazioni. “Il colpevole è mister Mourinho, sta sbagliando tutto. Ha spaccato lo spogliatoio, indicando scarsi e non all’altezza i giovani. Un errore che non doveva commettere. Ha creato attorno a questi ragazzi un clima di tale sfiducia che non riescono a fare niente. Avrebbe, piuttosto, dovuto lavorare di più per migliorarli. La proprietà è avvelenata anche nei suoi confronti”.