Roma-Napoli, un pareggio da “record” | Spalletti si arrende

Roma-Napoli, il pareggio con i partenopei ha una valenza importante in casa giallorossa.

Mario Rui e Karsdorp
Mario Rui e Karsdorp ©GettyImages

La sfida con i partenopei era ricca di insidie e, come ampiamente previsto, si è rivelata una gara difficile quanto intensa, contro una squadra forte e che, al momento, sembra essere tra le principali candidate alla vittoria finale.

Merito anche della vecchia conoscenza giallorossa Luciano Spalletti, che ha saputo ricompattare l’ambiente dopo l’infelice debacle finale contro il Verona e rimettere al centro del progetto tanti elementi apparsi in difficoltà lo scorso anno. La cura del certaldino ha permesso ai partenopei di raggiungere le 8 vittorie di fila, arrivate prima del pareggio senza reti di quest’oggi all’Olimpico.

Il Napoli è ora al primo posto a pari punti con il Milan, anch’esso a quota 25 dopo la delicata trasferta felsinea di ieri. Pur non essendo arrivata la vittoria, Mourinho e la squadra possono comunque dirsi soddisfatti per la caparbietà e l’attenzione dimostrata che hanno permesso loro di tenere testa ad un avversario difficilissimo da affrontare in questo momento.

LEGGI ANCHE: Roma-Napoli, furia Spalletti contro Pellegrini

Roma-Napoli, un pareggio fondamentale per evitare lo “scippo” dei partenopei

Roma
Rudi Garcia ©GettyImages

Lo 0 a 0 ha permesso ai capitolini di evitare la terza sconfitta di fila e soprattutto quello che sarebbe stato l’ennesimo scacco in un big match dopo quelli contro Lazio e Juventus. Non perdere in casa, contro il Napoli, ha però permesso anche di evitare che Insigne e compagni facessero un ulteriore passo per “scippare” ai capitolini un record che vantano da 8 anni.

Bisogna tornare, infatti, al lontano 2013 per trovare una squadra che avesse vinto le prime dieci gare di campionato. All’epoca il mister giallorosso era il francese Rudi Garcia che, grazie al gol di Borriello contro il Chievo, riuscì ad agguantare tutti i 30 punti messi a disposizione.

In caso di vittoria, il Napoli avrebbe oggi avuto la grande possibilità di raggiungere e, forse, superare questo particolare “vanto” della Roma. Le prossime partite per i campani sono infatti abbastanza abbordabili, contro Salernitana e Bologna.