Comunicato ufficiale Roma, nuova perdita e aumento di capitale

Tramite il sito ufficiale la Roma ha diramato un nuovo comunicato a seguito dell’Assemblea degli Azionisti tenutasi quest’oggi.

Mentre Tiago Pinto e José Mourinho si concentrano esclusivamente sul campo e sulla scelta dei giocatori, la società giallorossa continua a immettere nuova liquidità fresca nelle casse del club capitolino, con un nuovo aumento di capitale.

Dan e Ryan Friedkin
Dan e Ryan Friedkin ©LaPresse

“Si comunica che in data odierna si è riunita, in sede straordinaria e ordinaria, l’Assemblea degli azionisti di A.S. Roma S.p.A.”, recita la nota apparsa sul sito ufficiale del club. Riunione che è servita per aprrovare il bilancio al 30 giugno 2021. Se al 31 dicembre 2020 la perdita era stata pari a 74,8 milioni di euro, in miglioramento rispetto alla perdita di 87 milioni di euro del primo semestre del precedente esercizio, adesso ci sono altri dati.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, Inter e Juve bruciate | Ritorno con lo sconto

Bilancio Roma, comunicato ufficiale

L’Assemblea ha infatti approvato la proposta di portare a nuovo la perdita d’esercizio al 30 giugno 2021 di 177 milioni (177.695.953,65 per la precisione, ndr), superiori rispetto all’ultimo semestre sopra citato. “L’Assemblea ha approvato la proposta di portare a nuovo la perdita d’esercizio al 30 giugno 2021 di Euro 177.695.953,65, insieme alle perdite già portate a nuovo nei precedenti esercizi pari a complessivi Euro 274.170.677,53 – e dunque perdite per complessivi Euro 451.866.631,18 – fino alla chiusura del quinto esercizio successivo a quello in corso, e cioè il bilancio al 30 giugno 2026, ai sensi dell’art. 6 del Decreto Liquidità”.

Inoltre c’è stato l’aumento di capitale fino a 460 milioni di euro:l’Assemblea ha approvato la proposta di incrementare fino a Euro 460.000.000,00 l’importo massimo dell’aumento del capitale sociale deliberato dall’Assemblea Straordinaria del 28 ottobre 2019, in via scindibile e a pagamento, mediante emissione di azioni ordinarie prive di valore nominale, in regime di dematerializzazione, aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione e godimento regolare, da offrire in opzione agli azionisti della Società ai sensi dell’art. 2441, comma 1, del Codice Civile, nonché di prorogare al 31 dicembre 2022 il termine ultimo per dare esecuzione al suddetto aumento di capitale e stabilire, ai sensi dell’art. 2439, comma 2, c.c., che l’aumento di capitale, ove non integralmente sottoscritto, si intenderà limitato all’importo risultante dalle sottoscrizioni effettuate entro tale termine”.