Roma, ci siamo | Totti torna dopo due anni

Roma-Inter, al netto del fascino della gara è da riportare anche la novità giunta in queste ultimissime ore.

La gara tra capitolini e nerazzurri rappresenta da sempre un classico dei nostri campionati. Quest’anno, il fascino sarà acuito da tutta una serie di fattori, a partire dal passato di diversi giocatori e degli stessi allenatori che oggi si daranno battaglia.

Inter
Inzaghi Dzeko ©LaPresse

Basti pensare al trascorso lombardo di mister Mourinho che ha fatto dell’Inter uno dei tanti emblemi della sua più che invidiabile carriera, divenendo altresì una delle icone più importanti del club lombardo. Non si trascurino, però, anche le più o meno recenti vicende che hanno interessato queste due realtà.

A partire dal mancato approdo di Barella in giallorosso a causa dell’insistenza e all’ingerenza di Antonio Conte che tanto lo persuase affinché lasciasse Cagliari per divenire una delle pedine del suo centrocampo. Si ricordi, al contempo, quel sentimento di speranza che pervase la Capitale quasi tre primavere or sono, quando si iniziò a parlare del possibile approdo del mister leccese appena citato.

Quest’ultimo preferì, alla fine, sposare la causa nerazzurra, la stessa che hanno poi accettato elementi quali Dzeko e plurimi ex Lazio negli ultimi anni. A partire da De Vrij in foto, passando per Correa e Inzaghi che oggi, per la seconda volta in stagione, approderà sul prato dell’Olimpico non più come guida di quello che rappresenta per i capitolini l’acerrimo rivale per eccellenza.

Leggi anche —> Roma-Inter, lascia l’allenamento | Bomber a rischio

Roma-Imter, anche Totti presente in tribuna

Roma
Francesco Totti ©LaPresse

Stando a quanto riferito da Matteo De Santis sul proprio account Twitter, però, ci sarebbe da segnalare un importante aggiornamento esulante dai discorsi appena condotti. Ad acuire il fascino di Roma-Inter sarà infatti la presenza, nobile e tutt’altro che scontata, di chi, pur non rappresentando più ufficialmente i colori giallorossi, sarà destinato ad esserne in eterno vanto e simbolo.

Ci riferiamo a Francesco Totti, ovviamente. Lo storico numero 10 è atteso come ospite di uno sponsor. Da non sottovalutare nemmeno Gualtieri, anch’egli figurante tra gli invitati alla gara. Semplice divertimento del fine settimana o incontro con i Friedkin per lo stadio?