Calciomercato Roma, addio in prestito? | Lo vogliono anche in Serie A

Calciomercato Roma, aumenta la lista delle pretendenti per il gioiello di Mou, che ha estimatori in diverse categorie.

In questa prima parte di stagione, José Mourinho per far fronte all’emergenza che in alcuni frangenti si è abbattuta in modo ossessivo sulla compagine giallorossa, ha dato spazio anche dei giovani di talento, che hanno ripagato lo Special One con prestazioni esaltanti e personalità da vendere: uno su tutti, Felix Gyan, i cui due goal al Genoa sono ancora incastonati nella mente dei suoi tifosi.

Calciomercato Roma Bove
José Mourinho ©LaPresse

Dovendo fare di necessità virtù soprattutto in mediana, Mou ha colto l’occasione per dare minutaggio anche ad Edoardo Bove, che complessivamente, in 3 presenze, ha totalizzato poco più di 32 minuti: esiguo, certo, ma pur sempre un qualcosa dal quale partire, considerati i “trattamenti” riservati ai vari Diawara e Villar. Già in estate, del resto, il centrocampista offensivo classe ‘2002 aveva sorpreso il tecnico lusitano, per l’abnegazione profusi e gli sprazzi di qualità che già si intravedevano. Non è un caso, ad esempio, che Bove sia stato portato in panchina in molte circostanze in questo primo scorcio di stagione, come carta eventualmente da giocarsi nel caso in cui la situazione lo avesse richiesto.

Leggi anche –> Calciomercato Roma, bagarre furiosa in Serie A | Ritorno con lo sconto

Calciomercato Roma, c’è la fila per Bove: tutti gli scenari

Bove ©LaPresse

Bove è legato alla Roma da un contratto in scadenza nel 2024, motivo per il quale eventualmente potrebbe essere vagliata la soluzione di un prestito, scenario a gennaio poco percorribile. Se ne potrebbe riparlare a gennaio, anche perché gli estimatori di certo non mancano: a cominciare da quel Balzaretti che farebbe di tutto per portarlo a Vicenza, per proseguire con Reggina e Pisa. Ma secondo quanto evidenziato da seriebnews.com, la soluzione Serie A non è affatto da escludere, in quanto il nome di Bove sarebbe finito anche nella lista di Empoli e Sampdoria, che da sempre hanno improntato una politica tesa alla valorizzazione di giovani di prospettiva. Ne sapremo di più nel corso delle prossime settimane.