Calciomercato Roma, Pinto cambia subito | La Conference è decisiva

Calciomercato Roma, rivoluzione Pinto: la gara contro il Vitesse uno spartiacque per capire il futuro di molti elementi che sono chiamati alla riscossa

Sarà importante alla fine della stagione fare le scelte giuste sul mercato. Quelle scelte che servono per dare a José Mourihno elementi pronti a scendere in campo e che soprattutto riescano a dare continuità alle proprie prestazioni. Cosa che gli innesti di gennaio almeno fino al momento non hanno garantito.

Calciomercato Roma
©LaPresse

Un discorso che comprende quindi sia Oliveira che Maitland-Niles, ma anche Vina, lo fa la Gazzetta dello Sport questa mattina in edicola, che svela quali sarebbero in questo momento i programmi di Pinto. Pochi dubbi ci sarebbero sul riscatto del centrocampista del Porto alla fine della stagione. Mentre per i due esterni il discorso è totalmente diverso. E saranno loro a indirizzare le scelte del general manager tra pochi mesi, quando dovrà decidere il futuro.

Calciomercato Roma, decisiva già la gara col Vitesse

calciomercato Roma
Ainsley Maitland Niles ©LaPresse

Il punto sull’inglese ormai si conosce: arrivato nella Capitale in prestito secco, continuando in questo modo non ci sono dubbi che tornerà all’Arsenal senza che Pinto si sieda a un tavolo per cercare d’intavolare una trattativa con il club inglese. Appare una chimera una possibile continuazione dell’esperienza a Trigoria dell’esterno che non ha mai convinto più di tanto soprattutto quando Mourinho lo ha fatto giocare a sinistra. Anche perché, nel suo ruolo naturale, è Karsdorp il titolare. Servirà una riscossa già nella gara contro il Vitesse, che sembra un crocevia importante non solo per lui ma anche per il collega uruguaiano.

E Vina? All’inizio sembrava un titolare inamovibile. Poi la flessione lo ha portato a essere quasi una riserva di Zalewski, che lo Special One ha mandato in campo dall’inizio anche nella sfida contro l’Atalanta di sabato scorso. La Roma lo ha preso per 13 milioni di euro e la Gazzetta scrive che davanti a un’offerta ritenuta congrua potrebbe anche essere ceduto. Starà a lui nei prossimi mesi far capire che può rimanere nel gruppo giallorosso. Altrimenti tanti saluti senza nemmeno grossi rimpianti. Anche perché si ricomincia anche a parlare di Dalot.