Vitesse, dimissioni ufficiali dopo la partita con la Roma

La decisione è stata presa: l’azionista di maggioranza del Vitesse ha deciso di vendere le sue azioni, dimettendosi dal Consiglio di Sorveglianza del Club.

Dimissioni Oyf ©LaPresse

Nell’andata degli ottavi di Conference League, la Roma ha regolato la pratica Vitesse per 0-1: un risultato che non ipoteca la qualificazione, ma che sicuramente conferma gli enormi passi in avanti compiuti dalla compagine di Mourinho, soprattutto sotto il profilo dell’atteggiamento e della capacità di soffrire nei momenti topici dell’incontro. I colpi di scena, però, non mancano.

Come comunicato dal club olandese tramite una nota apparsa sul proprio sito ufficiale, infatti, l’azionista di maggioranza Veriy Oyf ha decisione di vendere le sue azioni nel club, dimettendosi con effetto immediato. Una decisione che sorprende soltanto in parte, viste le note vicissitudini che stanno vedendo protagonista l’ex patron del Chelsea Roman Abramovich: anche l’oligarca russo del Vitesse, dunque, ha deciso di rassegnare le dimissioni.

Vitesse, Oyf si dimette dopo la gara con la Roma | Annuncio ufficiale

Vitesse ©LaPresse

Ecco la nota ufficiale: “ Valeriy Oyf ha deciso di vendere le sue azioni in BV Vitesse. Inoltre, il maggiore azionista si dimetterà dal Consiglio di Sorveglianza del club con effetto immediato. Al momento della vendita delle azioni viene seguita una procedura attenta, affinché sia ​​garantita la continuità del club e il Vitesse possa continuare a puntare sulle sue ambizioni sportive.”

Lapidario il commento di Oyf: “Mi addolora molto dire addio al Vitesse, ma nella situazione attuale sto prendendo questa decisione difficile nell’interesse del club, dei dipendenti, dei tifosi, degli sponsor e delle altre parti interessate. Guardo indietro a un periodo speciale , in cui mi sono sempre sentito molto coinvolto con il club e mi sono goduto le grandi prestazioni. Il Vitesse è nel mio cuore e questo vale sempre per il club e i tifosi”.