Calciomercato Roma, sorpasso finale: 10 milioni per il sì

Calciomercato Roma, il sorpasso sembra essere quello definitivo: 10 milioni di euro lordi all’anno per il sì del calciatore

Sembra fatta o quasi. Almeno stando alle indiscrezioni che arrivano dalla Germania e che lasciano spazio davvero a pochi dubbi. Un’offerta di 10 milioni di lordi all’anno per prendersi il sì del calciatore. Che, a quanto pare, propenderebbe per questa soluzione che lo potrebbe far arrivare in Baviera.

calciomercato roma bayern monaco mazraoui ajax benfica scout osservatori
Noussair Mazraoui, terzino destro dell’Ajax in azione contro il Benfica ©LaPresse

Sì, il Bayern Monaco secondo quanto riportato dal portale ‘Sport1’, avrebbe superato la concorrenza del Barcellona e anche quella della Roma che aveva messo nel mirino il colpo a parametro zero, per l’esterno dell’Ajax Mazaraoui, che alla fine della stagione si libererà a parametro zero. Un’offerta decisamente importante per strappare alla società olandese un calciatore che anche Tiago Pinto ha inserito nella propria lista della spesa. Ma che sembra destinato alla Bundesliga.

Calciomercato Roma, Mazraoui verso il Bayern

calciomercato roma dest
Sergino Dest ©LaPresse

Sembra possa essere l’affondo definitivo, quello che indicherebbe senza dubbio la prossima squadra del marocchino che il general manager della Roma ha sognato di prendere per la prossima stagione. Adesso però, dopo questa offerta, appare decisamente complicato per la Roma riuscire nel colpo. La dirigenza sarà costretta a virare verso altri obiettivi.

Per la fascia destra comunque il nome c’è già ed è quello di Dest del Barcellona. Anche se, c’è da dirlo, qualora i catalani non riuscissero ad arrivare a Mazraoui difficilmente si libereranno dell’americano. La cessione di Dest infatti sembrava collegata a quella dell’arrivo di Mazraoui, anche se, ovviamente, non per forza si deve bloccare il tutto visto che Xavi, comunque, non appare soddisfatto di quello che un altro ex Ajax gli potrebbe dare nella sua esperienza sulla panchina blaugrana. In poche parole, per Dest, non è cambiato nulla. A differenza di Mazraoui.