Roma, nuova proposta per lo stadio: annuncio ufficiale

Roma, si torna a parlare del nuovo stadio. Di seguito le ultime novità e l’annuncio arrivato in questi minuti.

In questa stessa città, secoli e secoli fa, avrebbero parlato di vexata quaestio. L’evoluzione della vicenda (e della nostra lingua) ci permette ora, invece, di associare a mo’di equazione la vicenda legata alla nascita di un nuovo impianto sportivo alle cavillosità burocratiche che già dai tempi di Pallotta avevano rappresentato, per plurimi fattori, un impedimento.

Roma
Roma stadio Campidoglio © LaPresse

Nella Capitale, non solo a livello calcistico, sono cambiate tante cose in questi anni. Sulla sponda più bella e colorata del Tevere, però, non è mai passata la voglia da parte della città e dei tifosi di poter godere di uno stadio proprio. I vantaggi che ne deriverebbero sono tanti e riguarderebbero plurimi aspetti.

A partire dal peso di una calorosità giallorossa che a volte sembra perdere vigore a causa delle piste di atletica, passando per il fattore visibilità e, soprattutto, gli importantissimi margini di progresso economico che ne nascerebbero. Ad oggi, e a più di due lustri di distanza, non si è mai andati oltre un progetto plastico presentato in Campidoglio nel 2014.

Roma, nuova proposta per lo stadio: le parole di Bonessio

Roma
Roma stadio © LaPresse

Senza voler ripercorrere le tappe di un iter a dir poco burrascoso e fin qui senz’esito felice, ci limitiamo a riportare le importanti dichiarazioni del Presidente della Commissione Sport di Roma Capitale,  Ferdinando Bonessio, così espressosi alla Radio New Sound Level fm90.

“Tanti ostacoli ambientali hanno reso l’area di Tor di Valle, nell’ansa del Tevere, una soluzione poco felice per la nascita del nuovo stadio. Un’opzione sicuramente migliore è quella di Pietralata ma ce ne sono anche altre. Per il momento posso dire che l’assessore Onorato, unitamente alla giunta e al Sindaco di Roma, sono al lavoro. Prevedo a breve una proposta formale, della quale saranno informati cittadini e media”.