Infortunio e lacrime, Roma a rischio

Infortunio e lacrime, gara con la Roma a rischio. Non arrivano notizie incoraggianti circa le sue condizioni: di seguito gli ultimi aggiornamenti.

Dopo aver battuto in modo netto il Bodo, i giallorossi sono adesso attesi dalla delicata gara contro il Napoli, determinante per il prosieguo del cammino partenopeo ai fini della vittoria finale ma, al contempo, importante anche per permettere alla Roma di consolidare la quinta posizione in classifica.

Roma
José Mourinho ©LaPresse

Non sarà di certo una partita semplice, viste le condizioni degli uomini di Luciano Spalletti, chiamati a rispondere dopo essere caduti contro la Fiorentina la scorsa domenica, poche ore prima della vittoria per 2 a 1 firmata Carles Perez e Smalling contro la Salernitana. I novanta minuti del Maradona daranno inizio ad un ciclo di impegni a dir poco importante, dal quale dipenderà l’esito dell’approdo finale della squadra dello Special One.

Infortunio e lacrime, gara con la Roma a rischio per Castrovilli

Fiorentina-Roma
Gaetano Castrovilli ©LaPresse

Cinque giorni dopo Napoli-Roma, è infatti in programma la sfida con l’Inter, non meno ostica di quella in programma dopodomani. Senza sottovalutare gli impegni casalinghi contro Bologna e Venezia e ricordando il duplice incontro con il Leicester, a inizio maggio la Roma avrà da superare un altro importante banco di prova.

L’8 maggio ci sarà la sfida contro la Fiorentina di Italiano, da poco reduce dalla vittoria di misura sui lagunari di Zanetti e attualmente ad una sola lunghezza dai giallorossi. Durante la sfida odierna, ha lasciato anzitempo il campo Gaetano Castrovilli. Il centrocampista azzurro, apparso in crescita nelle ultime giornate, ha rimediato un problema al ginocchio, la cui entità sarà disambiguata nelle prossime ore. Le prime indiscrezioni lasciano intendere come si possa trattare di una lussazione.

A tal proposito, si è così espresso il mister, ex Spezia. “Ha avuto una brutta distorsione al ginocchio. Era in una fase di miglioramento e ci auguriamo che non sia nulla di grave”.