Calciomercato Roma, dietrofront Milan e via libera Pinto

Calciomercato Roma, dietrofront Milan e via libera per Pinto per il colpaccio in mezzo al campo. Ecco le novità sull’affare

Il dietrofront che potrebbe dare il via libera a Pinto. Anche perché è proprio in mezzo al campo che la Roma potrebbe investire una grossa parte del budget per la prossima stagione per rinforzare la squadra di Mourinho. Servono investimenti, anche perché molti potrebbero fare le valigie e allora anche sotto l’aspetto numerico qualcuno deve esserci. Ma gente di qualità, ovviamente, e pronta a dare il proprio contributo.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto ©LaPresse

I soldi per l’affare potrebbero arrivare dalla cessione di Veretout intanto. E anche da tutti quei prestiti che la Roma ha in giro per l’Europa che potrebbero fruttare qualcosa come 30-35 milioni di euro. Il nome che circola dalle parti di Trigoria con una certa insistenza e anche da un poco di tempo è quello di Renato Sanches, centrocampista portoghese del Lilla che va in scadenza nel 2023. A Mou piace, così come piace al Milan di Maldini. Ma proprio i rossoneri potrebbero anche decidere di mollare la presa.

Calciomercato Roma, via libera per Pinto

Renato Sanches, centrocampista del Lille ©LaPresse

Secondo TuttoSport in edicola questa mattina infatti, Sanches sì rimane la prima scelta in mezzo al campo, ma ci sono degli aspetti della possibile operazione che non convincono per nulla il Milan. La condizione fisiche e l’ingaggio richiesto non sono elementi che in questo momento piacciono a Maldini che starebbe valutando altre piste. Dando così il via libera alla Roma, in primis, ma anche alla Juventus a quanto pare, che sarebbe interessata al calciatore.

Certo è, comunque, che avere una concorrente in meno per quello che potrebbe essere un colpo importante in mezzo al campo si potrebbe rivelare decisivo. Il Milan con Lilla sta cercando di piazzare un altro affare, quello di Botman, e ha parlato anche ovviamente del centrocampista. Ma in questo momento la sensazione è che le due operazioni possano essere divise tra di loro. Pinto quindi deve “solamente” tornare alla carica.