Calciomercato Roma, firma in fase di stallo | Il pupillo di Mou arriva così

Calciomercato Roma, non ci sarebbero novità in merito al rinnovo del contratto in scadenza nel 2023: Pinto può affondare.

L’impermeabilità difensiva grazie alla quale la compagine di José Mourinho è ritornata ad alzare il muro, si è resa possibile grazie al grande spirito di abnegazione del centrocampo, con i vari Mkhitaryan, Sergio Oliveira, Pellegrini e Zalewski che oltre a pungere dalla cintola in su, si sono resi protagonisti di quel lavoro sporco che ha agevolato il lavoro di un Cristante sempre più convincente.

Calciomercato Roma Douglas Luiz
José Mourinho ©LaPresse

Per fare il definitivo salto di qualità, però, è indispensabile almeno un innesto nella zona nevralgica del campo, in grado di rappresentare un upgrade da un punto di vista tecnico, fisico e qualitativo. Un metronomo capace di dettare i ritmi della manovra, e di fungere da arma propulsiva per ispirare le sortite di Tammy Abraham: un catalizzatore di gioco, che Mou la scorsa estate aveva individuato in Granit Xhaka, prima che l’Arsenal riuscisse in modo sostanzialmente insperato a convincere l’elvetico della bontà della permanenza all’ombra dell’Emirates Stadium. Sondaggi esplorativi, però, la Roma li ha effettuati anche per Douglas Luiz.

Calciomercato Roma, rinnovo di Douglas Luiz a rischio

Douglas Luiz Calciomercato Roma
Douglas Luiz ©LaPresse

Il brasiliano è legato ai “The Villans” da un contratto in scadenza nel 2023. Sebbene Gerrard in più di una circostanza si sia speso pubblicamente auspicandosi la conclusione positiva delle trattative per il rinnovo, una situazione definitiva in tal senso non sarebbe ancora emersa. Come evidenziato da Birmingham Live, i colloqui delle ultime settimane non avrebbero portato ad alcun passo in avanti nella negoziazione. Ricordiamo che solo qualche mese fa, l’Aston Villa aveva rifiutato  offerte da 30 milioni di euro da parte di Tottenham ed Arsenal, con la speranza di riuscire a trovare la quadra con il diretto interessato; a questo punto, la Roma – che monitora il tutto da tempo – potrebbe ritagliarsi una posizione privilegiata per piazzare l’affondo decisivo.