Terremoto VAR e comunicato: “Spezia-Lazio da ripetere”

Terremoto Var in Spezia-Lazio: annunciato il ricorso perché la partita “è da ripetere”. Nel mirino il gol di Acerbi che ha deciso la partita

Polemiche su polemiche. Ormai siamo abituati a quelle del campionato italiano. Le ultime, furiose sui social, riguardano quelle in merito alla partita Spezia-Lazio giocata ieri sera e decisa dalla rete di Acerbi per il 3-4 finale in favore dei biancocelesti. L’arbitro ha dato il gol, ma le immagini non fanno del tutto chiarezza. Acerbi potrebbe essere realmente in fuorigioco, dietro al portiere, con un solo giocatore di movimento. La regola ovviamente dice che ne servono due.

Terremoto Var
Acerbi esulta dopo il gol di ieri ©LaPresse

In tutto questo è intervenuto il Codacons, che ha annunciato il ricorso e che ha spiegato chiaramente che se si tratta di errore tecnico la partita sarebbe da ripetere. “Ha del clamoroso quanto successo nella giornata di ieri nel corso della partita valida per il campionato di Serie A italiana tra Spezia e Lazio. Il gol decisivo segnato dal difensore laziale Acerbi è infatti viziato da una posizione di fuorigioco che né arbitro né la sala VAR hanno sanzionato. Ancora un errore tecnico sull’applicazione del regolamento del gioco del calcio, che potrebbe risultare decisivo ai fini della classifica finale del campionato di Serie A“.

Terremoto Var, “partita da ripetere”

calciomercato Roma
Claudio Lotito ©LaPresse

“Episodio che lascia interdetti, arrivando solo pochi mesi dopo quanto successo in Milan-Spezia, dove un clamoroso errore tecnico del Direttore di Gara sull’applicazione della regola del vantaggio portava all’annullamento del gol del 2-1 per il Milan. Una situazione anomala, ma serissima, un errore clamoroso e catastrofico perché la Lazio potrebbe beneficiare di un ingiusto vantaggio sulle squadre in competizione e lo Spezia di un ingiusto svantaggio nella lotta per la salvezza con danno per tutti i tifosi, scommettitori e per la regolarità del campionato.

Poi arriva anche la stoccata finale: “Non si tratta di interpretazioni arbitrali, ma di un vero e proprio errore tecnico perché Acerbi, difensore laziale, al momento del gol è sì in linea con l’ultimo difensore dello Spezia, ma la linea del fuorigioco è sbagliata, trovandosi il portiere dello Spezia più avanti dell’ultimo difensore. Depositeremo in Tribunale un ricorso chiedendo alla FIGC la ripetizione di entrambe le partite, si rischia di falsare totalmente il campionato italiano“.