Calciomercato Roma, annuncio ufficiale dell’ex: “Sarebbe bello tornare”

Calciomercato Roma, è arrivato da poco l’annuncio ufficiale da parte dell’ex giallorosso che non ha celato la sua volontà di far rientro nella Capitale.

Siamo finalmente giunti a giovedì 5 maggio, data attesa con grande fermento all’ombra del Colosseo e con altrettanta consapevolezza di quella che sarà l’importanza della partita di stasera contro il Leicester, potenzialmente in grado di far svoltare la stagione della Roma e la storia del club.

Roma
José Mourinho © LaPresse

Non sarà di certo un impegno facile, alla luce della freschezza degli uomini di Rodgers, che ha cambiato nove pedine nell’ultima partita di Premier contro il Tottenham, e della qualità di una squadra che da anni ha assunto una dimensione europea tutt’altro che snobbabile. L’attenzione tutta dell’etere capitolino non può non essere stata totalmente attirata dagli almeno novanta minuti di stasera ma è giusto riportare di seguito le dichiarazioni dell’ex calciatore della Roma che potrebbero rappresentare anche una sorta di indizio sul futuro.

Calciomercato Roma, Caprari non si nasconde: “Sarebbe bello tornare”

Calciomercato Roma
Gianluca Caprari ©LaPresse

Ci riferiamo a quelle di Gianluca Caprari che si è raccontato in una lunga intervista a “La Gazzetta dello Sport“, commentando la stagione personale e collettiva con l’Hellas Verona ed esprimendo il proprio parere sull’attuale campionato. A interessare maggiormente è stata la sezione finale, in cui gli si è chiesto cosa pensasse della Roma.

Questo l’esordio. “Auguro alla Roma di andare in Europa, anche se quest’anno ha avuto alti e bassi. Hanno un allenatore fortissimo come Mourinho che conosce bene la Serie A e che quest’anno può vincere la Conference League”. Sulla possibilità di ritornare in giallorosso: “Per il momento mi godo questa parentesi al Verona e mi auguro che questo momento brillante possa continuare anche il prossimo anno. Non voglio però fare l’ipocrita e dico che sarebbe bello tornare alla Roma. Lì sono cresciuto e quando ho dovuto salutare mi è dispiaciuto tanto. Da bambino immaginavo tutta la mia carriera lì”.