Calciomercato Roma, Monchi si fa avanti | Niente sconti e prezzo fissato

Calciomercato Roma, Monchi si fa avanti: niente sconti per il cartellino del giocatore e prezzo fissato. 

C’è il solito Monchi di mezzo, il grande ex giallorosso, che ha messo nel mirino da un poco di tempo quello che è un obiettivo di Pinto per la prossima stagione. L’attuale direttore sportivo del Siviglia, secondo quanto riportato da ElGol Digital, sarebbe pronto a fare un’offerta per strappare l’attaccante in uscita. Anche perché, con un contratto in scadenza nel 2023, ormai la cessione è quasi certa.

Calciomercato Roma
Monchi, direttore sportivo del Siviglia con un passato alla Roma ©LaPresse

Parliamo di Guedes del Valencia che già lo scorso gennaio era entrato nel mirino di Tiago Pinto e che è rimasto sicuramente nell’orbita dei giallorossi la prossima estate, soprattutto perché lì davanti la Roma avrà bisogno di innesti visto i vari elementi che potrebbero partire perché non sono riusciti ad entrare nelle grazie d Mourinho. Guedes è un elemento importante, uno che ha fatto una straordinaria stagione con Bordalas quest’anno, ma che lascerà sicuramente il Valencia.

Calciomercato Roma, prezzo fissato per Guedes

calciomercato Roma
Goncalo Guedes ©Ansa Foto

In tutto questo, nonostante la fine di un accordo che non è lontana nel tempo, gli spagnoli non vogliono cedere il portoghese senza incassare una cifra decisamente importante. E sfruttando sotto questo aspetto quella che è stata la stagione fatta fino al momento con 11 reti e 6 assist in 32 presenze. Se l’anno scorso, spiega il portale spagnolo, bastavano 25 milioni di euro, adesso non si parla più di una cifra del genere. Serve qualcosa in più: uno sforzo economico importante per esaudire le richieste del Valencia.

Nelle scorse settimane si è parlato di almeno 40 milioni di euro, che potrebbero pure diventare 35, ma a quanto pare sotto questa soglia difficilmente si scenderà. In ogni caso, per Pinto, c’è l’ostacolo Monchi da superare. Il Siviglia fa realmente sul serio per il classe 1996.