Calciomercato Roma, addio con rescissione: spunta l’ultimatum

Calciomercato Roma, il club avrebbe presentato l’ultimatum al giocatore. Questo il bivio postogli di fronte e che potrebbe rinvigorire l’interesse di Mourinho e non solo.

Quest’ultimo sa bene che, indipendentemente dall’esito di questa stagione, necessiterà di plurimi miglioramenti in vista del prossimo campionato che permettano di intervenire in quelle regioni di campo che abbiano fin qui palesato le defezioni più evidenti e importanti. Anche nel prossimo trimestre estivo si assisterà, dunque, ad un’osmosi tra entrate e uscite finalizzata a rinforzare la rosa ma anche a rispettare i paletti imposti dai Friedkin.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto e José Mourinho ©LaPresse

La Roma non si qualificherà infatti in Champions, come osservato anche da Guardiola, e ciò porterà Pinto e colleghi ad operare in modo intelligente, ricercando occasioni di mercato e colpi che rientrino in quella sostenibilità tanto ricercata dai Friedkin ma che non ha comunque impedito di mettere su una rosa interessante e dagli importanti margini di miglioramento.

Calciomercato Roma, ultimatum per Riqui Puig: le ultime dalla Spagna

Calciomercato Roma
Riqui Puig ©LaPresse

 

In questi minuti vi abbiamo raccontato dell’importante aggiornamento relativo al possibile colpo in Serie A, importante quanto conveniente, cui si potrebbe aggiungere anche la suggestione estera. Da qualche tempo a questa parte, infatti, viene accostato alla Roma Riqui Puig, centrocampista classe 1999 mai seriamente considerato da Xavi e ormai in uscita dal club blaugrana.

Della sua situazione vi avevamo aggiornato già in questi giorni ma sono da poco arrivati aggiornamenti di non poco conto. Stando a quanto raccolto da Todofichajes.com, infatti, il club di Laporta avrebbe presentato un ultimatum al talentuoso ma “incompreso” gioiellino spagnolo, soprattutto dopo i suoi reiterati rifiuti alle avances giuntegli ultimamente.

Il Barcellona ha informato lui che è intenzionata a rescindergli il contratto qualora non si decidesse a trovare una nuova squadra entro il primo agosto. Questo per epurare la rosa di Xavi da un giocatore non più utile e al quale il club non vuole più garantire lo stipendio di circa 1 milione di euro che lo legherebbe al Barca fino al 2023.