Bufera improvvisa, Senesi rifiuta la convocazione

Bufera improvvisa, arrivano importanti aggiornamenti su Marcos Senesi, seguito dalla Roma in vista della prossima campagna acquisti.

Quest’ultima sarà sicuramente caratterizzata da plurime novità in casa giallorossa, laddove regna la consapevolezza di dover intervenire in diversi reparti per consegnare a Mourinho una rosa più profonda e che, contrariamente a quanto da lui denunciato nella conferenza stampa odierna, permetta lui di poter adottare con più serenità sostituzioni nel corso delle singole gare ma anche durante gli spezzoni più pregni dell’iter stagionale.

Roma
Tiago Pinto e José Mourinho ©LaPresse

Frattanto, l’etere capitolino è stato in queste ore pervaso dalla notizia relativa al futuro di Paulo Dybala che, dopo sette anni a Torino, potrebbe avvicinarsi a quel Sud Italia che tanto lo ha aiutato a lanciarsi in Serie A e trasferirsi in quella soleggiata Capitale che meno di un anno fa convinse anche Abraham ad accettare il progetto giallorosso.

Pensare troppo alla prossima campagna acquisti, fantasticando su un’ipotetica coppia con la Joya e l’ex Chelsea, rischierebbe però di distogliere l’attenzione da due aspetti. Innanzitutto dalla stagione ancora in corso, da onorare fino alla fine per centrare il piazzamento in Europa League, prima del grande impegno di Tirana del prossimo 25 maggio.

C’è poi il secondo lato da non ignorare. Quello cioè legato alla consapevolezza che la Roma necessiterà di rinforzi anche nelle regioni antistanti al reparto offensivo. Se è vero, infatti, che solo Pellegrini ed Abraham hanno garantito un contributo realizzativo importante e che bisognerà acuire la prolificità dello scacchiere con nuovi innesti, è altrettanto giusto riconoscere che anche gli altri due reparti necessiteranno di alcune limature.

Bufera Senesi, l’argentino rifiuta la convocazione con Mancini: ha deciso

Roma
Marcos Senesi ©LaPresse

In particolar modo, da diversi mesi a questa parte, si parla dell’interesse di Tiago Pinto per Marcos Senesi, difensore argentino del Feyenoord che cercherà di bloccare proprio gli appena citati numeri 7 e 9 di Mourinho negli almeno 90 minuti previsti in Albania tra poco meno di due settimane. In attesa di novità sul suo futuro, nelle prossime settimane si potrebbe vivere una situazione molto particolare coinvolgente l’argentino e la nostra Nazionale.

Marcos è nato in Argentina ma vanta il passaporto italiano e, complice un grande exploit in terra fiamminga, il suo profilo aveva intrigato non poco Roberto Mancini ai fini di una possibile convocazione con l’Italia. Questo soprattutto alla luce dell’addio di Giorgio Chiellini che lascerà un vuoto non proprio facile da colmare.

Il CT lo vuole convocare per le prossime partite degli Azzurri ma la scelta definitiva passerà poi allo stesso giocatore. Secondo quanto riportato da SerieANews.com, infatti, Scaloni non ha intenzione di perderlo e vorrebbe puntare proprio sulla volontà di Senesi di rappresentare i colori dell’Argentina. Probabile, infatti, una sua nomina da parte della nazionale sudamericana per non imbattersi nella beffa di “perderlo”.

La stessa beffa che Pinto proverà ad evitare per portarlo, seppur da giocatore dell’Argentina, nel nostro meraviglioso Paese. E in quella soleggiata Capitale che , come detto, è da oggi in grande fermento per un altro rappresentante dell‘Albiceleste.