Calciomercato Roma, cinque giorni per il rinnovo: ultimatum del club

Calciomercato Roma, data di scadenza fissata. Arriva l’ultimatum della società per giungere ad una svolta attesa da circa un anno. Gli ultimi aggiornamenti.

Fra sette giorni esatti, gli uomini di Mourinho saranno in Albania a disputare quella che si appresta ad essere la prima semifinale europea per gran parte delle pedine dello Special One. Non mancano a quest’ultimo saggezza e leadership per gestire una fase così delicata, contraddistinta dall’imminenza di due impegni diversi quanto ravvicinati e che avranno ambedue una valenza tutt’altro che scontata per questo finale di stagione.

Calciomercato Roma
José Mourinho ©LaPresse

Starà a José fare attente valutazioni al fine di gestire al meglio le energie per i prossimi 180 minuti (almeno), programmati ad una distanza di cinque giorni l’un dall’altro . Il tecnico ha nella conferenza stampa odierna toccato numerosi e interessanti punti, denunciando una situazione che potrebbe tranquillamente essere presentata come emergenziale, complice la suddetta nobiltà delle due prossime gare.

Se per tante squadre di Serie A la stagione è di fatto finita, per la Roma la prossima settimana avrà un valore potenzialmente storico e dal quale dipenderanno con ogni probabilità anche le prossime scelte societarie sul mercato. Troppo importante, infatti, garantirsi l’approdo in Europa League dopo aver “bucato” l’obiettivo Champions e altrettanto importante il risultato che una piazza intera si augura Pellegrini e colleghi possano centrare in quel di Tirana.

Calciomercato Roma, ultimatum per il “Gallo”: Cairo ha deciso

Calciomercato Roma
Andrea Belotti ©LaPresse

Senza pensare troppo al futuro prossimo, riportiamo la nostra attenzione alla questione mercato, per quanto quest’ultima sia quasi totalmente ignorata da Mou in vista degli impegni su citati. Al di là di quello che può essere il valore soggettivamente ( e in modo partitico) assegnato alla Conference League, all’ex Tottenham va il merito di aver saputo trovare, dopo le prime difficoltà, una quadra tutt’altro che scontata.

Gestire le 18 partite europee non era sicuramente compito semplice, a maggior ragione se si pensa alla non grandissima profondità della rosa e al fatto che diversi elementi di quest’ultima siano stati messi da parte e quasi mai sfruttati. Onde evitare affaticamenti e al fine di garantire un turnover che non depauperi la qualità delle prestazioni, Tiago Pinto dovrà dunque nei prossimi mesi consegnare al proprio connazionale elementi pronti e che possano tornare utili alla causa.

Tra i tanti, non è mai stato depennato il nome di Andrea Belotti, in scadenza contrattuale con il Torino il prossimo giugno e ormai giunto di fronte a un bivio. L’incrinatura con Cairo è stata meno pericolosa di quanto sembrasse, complice la mediazione di Juric e il calore di una piazza che ha portato lui a onorare fino alla fine la gloriosa maglia granata.

Secondo “La Stampa” è però adesso giunto il momento di ponderare una decisione definitiva. Il Gallo ha cinque giorni di tempo, fino a domenica 22, per comunicare la propria scelta alla società. Questa offriva lui lo scorso anno circa 3.6 milioni di euro. Un tetto importante che il patron sabaudo vorrebbe rasentare grazie all’inserimento dei bonus per tentare l’ultimo tentativo di garantirsi la permanenza dell’ormai emblematico bomber.

La scadenza è stata però posta e non si andrà oltre. Sullo sfondo restano Roma, West Ham e quel Toronto dove potrebbe far compagnia all’amico e collega connazionale Lorenzo Insigne.