Calciomercato Roma, corsie girevoli in Premier: scelta obbligata Mourinho

Calciomercato Roma, ribaltone in Premier League: una conferma e un addio la prossima stagione. Potrebbe partire anche in prestito

Ten Hag, nuovo allenatore del Manchester United, avrebbe preso una decisione sul futuro di due elementi che sono stati accostati alla Roma. Una conferma e un addio. Insomma, poteva anche andare peggio a Tiago Pinto che almeno rimane in corsa per un obiettivo. Ma andiamo con ordine, e cerchiamo di fare un poco di chiarezza su quello che sta succedendo Oltremanica.

Calciomercato Roma
Diogo Dalot, dovrebbe rimanere al Manchester United ©LaPresse

Le notizie sono riportate dal manchestereveningnews.co.uk che da sempre è vicino alle mosse dei Red Devils. Il nuovo allenatore dei rossi di Manchester in poche parole avrebbe blindato Dalot, e avrebbe aperto alla cessione di Wan-Bissaka, che secondo il portale inglese potrebbe salutare la compagnia anche in prestito.

Calciomercato Roma, scelta obbligata per Mou

Calciomercato Roma
Wan Bissaka invece è in uscita ©LaPresse

Bene, rimane quindi una scelta obbligata per Mourinho. Il portoghese o si “accontenta” dell’esubero dello United, oppure sarà costretto per rinforzare la propria difesa a virare verso altri lidi. Sicuramente, e su questo ci sono poche discussione, il tecnico portoghese avrebbe preferito riuscire a prendere il proprio connazionale visto che ha già maturato una certa esperienza in Italia con la maglia del Milan. E, in pratica, non avrebbe bisogno di tempi di adattamento alla nostra Serie A. Ma Ten Hag, che l’ha visto fare bene nella seconda parte di stagione, e cioè da quando in panchina si è seduto Rangnick, ha deciso di dare ancora fiducia al portoghese.

“Rimane” quindi solo Wan Bissaka da prendere allo United. Oltre a Matic, ovviamente, che è un altro elemento che Mou ha messo nel mirino per il prossimo anno e che potrebbe prendere ben presto la via di Trigoria, soprattutto per quella possibilità di liberarsi a parametro zero che attira, e anche molto, Tiago Pinto.