Calciomercato Roma, all in Friedkin: pokerissimo per Mourinho

Calciomercato Roma, i Friedkin adesso fanno sul serio. Cinque colpi per Mourinho per l’ascesa definitiva. Tutti gli aggiornamenti.

Vietato accontentarsi. Questo deve essere il mantra in casa giallorossa nei prossimi mesi ed emerso dalle parole di capitan Pellegrini e del condottiero José nei minuti immediatamente successivi al triplice fischio di Roma-Feyenoord. La vittoria della Conference League non è assolutamente un qualcosa da sminuire e rappresenta  anzi il frutto di un lavoro iniziato lo scorso agosto e nel quale i giallorossi hanno sempre manifestato grande dedizione e interesse.

José Mourinho, allenatore della Roma ©LaPresse

Troppi gli anni senza una vittoria per snobbare una competizione europea e ancor più importante il nome del mister per credere di poter mettere in secondo piano una strada che sin dall’inizio si sapeva poter portare ad una vittoria dopo una decade di nullità totale in termini di trionfi.

Molte cose sono cambiate, lo si è compreso dall’annuncio di Mourinho circa un anno fa e dalla mentalità manifestata da Smalling e colleghi nel corso di questa stagione, anche nei momenti più difficili. Per tale motivo, non ci sono assolutamente i presupposti per credere che da questo momento in poi, a Trigoria, ci si cullerà sugli allori. Giusto festeggiare ed esultare tutti insieme ma altrettanto giusto, poi, continuare a seguire quella strada tracciata dalla società e dall’allenatore e che dovrà rendere la vittoria autentico filo rosso di un iter che continuerà sotto l’egida dello Special per almeno altri due anni.

Calciomercato Roma, chi si accontenta non vince: cinque colpi per continuare a crescere

Calciomercato Roma
José Mourinho ©LaPresse

Il presupposto fondamentale, però, è che quell’onestà dei Friedkin millantata da Mourinho dopo la vittoria e il rapporto di grande professionalità nato con la proprietà continuino ad essere sostrato del progetto giallorosso. In modo più o meno implicito, José ha lasciato intendere come serviranno miglioramenti se davvero si vorranno raggiungere vette ancora più nobili e, da questo punto di vista,  aggiornamenti di non poco conto giungono da “Il Messaggero“.

In attesa di capire quale sarà il futuro di diversi giallorossi, quali Zaniolo, Cristante e Mkhitaryan, Pinto ha già da tempo redatto una lista di profili da regalare al connazionale. Servirà un elemento eclettico sulla fascia difensiva e un centrale mancino che acuisca la qualità di un terzetto difensivo manifestatosi solido ma di certo non poco perfettibile. Su questo fronte, Christensen, Dalot e Senesi sono i nomi più caldi.

Douglas Luiz e Goncalo Guedes, invece, per rimpolpare rispettivamente un centrocampo che, indipendentemente dal futuro del 4 e del 77, necessiterà di un grande nome e aumentare la qualità e prolificità di una regione offensiva quest’anno troppo dipendente dai gol e le prestazioni di Pellegrini e Abraham.