Calciomercato Roma, Mou semina indizi: cos’ha detto su Pinto e Oliveira

L’allenatore della Roma ha parlato in un’intervista dei due connazionali, protagonisti del calciomercato della Roma

José Mourinho si sta godendo a pieno la vittoria della Conference League che è avvenuta sette giorni giorni fa. È passata una settimana precisa da quanto Lorenzo Pellegrini ha alzato al cielo la neonata coppa europea, che rappresenta il raggiungimento di tutti gli obiettivi di questa stagione. Mettere le mani sul trofeo, infatti, era il punto più importante nei piani dei giallorossi per questa annata e dalla prossima, invece, sarà il punto di partenza. Da qui, infatti, vogliono partire sia i Friedkin che Mourinho, che vuole migliorare il cammino in linea con il progetto. In vista della prossima annata, però, ci sono da fare alcune valutazioni sia sui giocatori che sul percorso da fare.

calciomercato roma
José Mourinho ©LaPresse

Proprio di questi Mourinho ha parlato in una lunga intervista a Diario Record, giornale portoghese, che ha voluto ascoltare il tecnico. Tra le sue parole, ce ne sono state alcune al miele per Rui Patricio che è stato uno dei giocatori più importanti per la Roma. Le sue parate e la sua costanza, infatti, hanno permesso ai giallorossi di raggiungere il quinto posto in Serie A. Inoltre, i suoi interventi miracolosi sono stati più che fondamentali per la Roma per mettere le mani sulla Conference League. Nonostante questo, però, il tecnico non si è capacitato di come l’estremo difensore possa essere criticato in patria, con molti che lo danno come assente nei prossimi impegni della nazionale lusitana.

Calciomercato Roma, Mourinho: “Tiago Pinto? Che bravo. Oliveira è un campione, è stato fondamentale”

calciomercato roma
Tiago Pinto e Mourinho ©LaPresse

Ciò che risalta all’occhio, però, oltre alle dichiarazioni sulle fatiche dei giallorossi e delle emozioni provate, sono le parole su Tiago Pinto e Oliveira. Il primo è stato elogiato per il suo lavoro, che è stato molto importante per permettere alla squadra per raggiungere gli obiettivi. Per il centrocampista del Porto, invece, le sue parole si possono leggere anche come un’apertura a una possibile permanenza nella Capitale. Il suo lavoro, infatti, è stato definito fondamentale e lui un vero e proprio campione e compagno ideale.