Calciomercato Roma, Mourinho è carico: “Promesse mantenute”

Calciomercato Roma, di seguito le interessanti e indicative parole di mister José Mourinho riguardanti il futuro e non solo.

Il tecnico si sta adesso godendo il meritato riposo, al termine di una stagione ricca di eventi, imprevisti, dolori e gioie ma soprattutto chiosata con un gerundio che da tempo non si usava all’ombra del Colosseo: vincendo. Quest’ultimo non deve però essere un lontano ricordo quanto, piuttosto, la base di partenza sulla quale costruire un imperativo: vincere (o meglio, continuare a farlo!).

Calciomercato Roma
José Mourinho ©LaPresse

Come ammesso da tutti i grandi tecnici, la vittoria non è mai casuale ed è sempre frutto di un insieme di eventi e vicissitudini tra loro incastrantesi. Il felice esito in Conference è stata la conseguenza di una stagione affrontata con grande dedizione europea e in modo totalmente rispettoso di quello che era un percorso tutt’altro che snobbabile o poco nobile. L’importanza delle squadre affrontate e dei festeggiamenti capitolini ha lasciato intendere come un trionfo Uefa non possa passare in secondo piano, a maggior ragione in una piazza che da tempo non viveva gioie concrete per il proprio palmares.

Calciomercato Roma, Mourinho non ha dubbi: “promesse mantenute”

Calciomercato Roma
José Mourinho ©LaPresse

Come detto, il 25 maggio dovrà divenire una sorta di Natale o, comunque, una tappa di inizio in quella fase storica iniziata il 4 maggio 2021 e che ci può permettere di parlare di un anti e dopo Mou. Senza imbatterci in espressioni che possano risultare blasfeme o poco rispettose della storia, ci limitiamo ad evidenziare come i primi cambiamenti all’ombra del Colosseo si sono subito concretizzati sotto l’egida del non a caso etichettato come Special.

Nel da poco conclusosi convegno in quel di Lisbona, presso High Performance Football Coaching de la Faculdade de Motricidade Humanas Mou ha toccato tutta una serie di punti, presentando anche la sua attuale posizione nella Capitale e richiamando in modo più o meno esplicito a quell’onestà dei Friedkin cui aveva già fatto allusione lo scorso 25 maggio poco dopo aver alzato la Coppa.

“Amo stare alla Roma perché mi sento amato, nonostante abbia perso più di quanto solesse accadermi da altre parti. Mi piace stare in questo club, ho un bel rapporto con gli addetti ai lavori ma anche le persone esterne. Hanno sempre mantenuto le promesse, senza mai dirmi che avrei avuto tanti zero a disposizione per gli acquisti. Nessuno mi ha mai mentito o ingannato”.