Calciomercato Roma, Torreira e il maxi intreccio in A gelano Mou

Calciomercato Roma, spunta lo scenario con maxi-intreccio in Serie A che non poca ingerenza potrebbe avere nei piani di Pinto e Mourinho.

La coppia portoghese è attesa da un’estate che, sulla falsariga di quanto già fatto fin qui, sia contraddistinta da unilateralità di vedute e posizioni al fine di migliorare uno scacchiere che lo scorso 25 maggio sembrerebbe aver posto le basi per la catalisi di un percorso positivo e che porti Pellegrini e colleghi ancora più in alto.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto e José Mourinho ©LaPresse

Per riuscire nell’intento serviranno però idee e intuizioni, complice una situazione finanziaria che garantisce sì un discreto margine di manovra ma che di certo non consente agli addetti ai lavori di Trigoria ad ambire a colpi troppo costosi per cambiare volto ad una squadra che presenta comunque tante defezioni. L’obiettivo è quello di ovviare ai diversi limiti fin qui presentati, senza però ricorrere alla ricerca di un instant team la cui costruzione rischierebbe di mettere in serio pericolo l’osmosi finanziaria voluta e ricercata dai Friedkin.

Ecco, dunque, il perché di determinate scelte anche sul fronte uscite, come nel caso di quel Mkhitaryan le cui richieste contrattuali sono state considerate spropositate.

Calciomercato Roma, maxi intreccio in Serie A con Fiorentina e Inter

Calciomercato Roma
Maxime Lopez ©LaPresse

In attesa di novità sui tanti fronti sui quali si lavorerà nel prossimo trimestre, riportiamo le non meno importanti notizie giunte in queste ore da “La Nazione“. I giallorossi sono infatti da tempo alla ricerca di un regista, così come quella Fiorentina di Italiano che nella settimana centrale di maggio sembrava poter spodestare Mourinho del posto in Europa League. I toscani sono ancora alle prese con la vicenda Torreira, la cui permanenza figura come sempre più complicata.

Ecco, quindi, giustificato l’interesse di Pradé per Stefano Sensi, tanto voluto da Antonio Conte ai tempi dell’Inter e il cui exploit meneghino è stato arrestato solo dalle problematiche fisiche. Rientrato dal prestito alla Sampdoria, dovrà decidere cosa fare del suo futuro, ponderando una decisione anche di fronte agli interessi nati nei suoi confronti da parte del Sassuolo e della stessa Viola. I neroverdi avrebbero infatti individuato nel suo ritorno il giusto grimaldello per migliorare un centrocampo che potrebbe essere privato di Maxime Lopez, messo sul mercato e seguito proprio da Tiago Pinto.

Il mingherlino ma non poco intelligente numero 8 di Dionisi potrebbe finire anche in ottica Fiorentina, qualora Commisso e adepti si imbattessero in una doppia fumata grigia per Torreira e lo stesso Sensi.