Calciomercato Roma, Dybala in stand-by: ribaltone e data fissata

Calciomercato Roma, l’affare Lukaku potrebbe spostare gli equilibri non solo in campionato ma anche nel corso della corrente campagna acquisti. Soprattutto sul fronte Dybala.

In queste ultime ore l’attenzione mediatica dell’Italia calcistica è stata catturata dal sempre più vicino ritorno a Milano del gigante belga, Romelu Lukaku. Tra tweet di milanisti oscillanti tra sfottò e sano timore sportivo e contro-risposte dei cugini nerazzurri sul “capolavoro” di Marotta, tante altre questioni, non proprio slegata da questa, stanno passando in secondo piano.

Calciomercato Roma
Romelu Lukaku ©LaPresse

Addetti ai lavori e all’informazione ribadiscono giustamente l’operato del dirigente meneghino che riprende a condizioni più che vantaggiose un giocatore ceduto meno di un anno fa per circa 110 milioni di euro. Innegabile, però, l’ingerenza del grande ritorno anche sui piani interisti e su quelle che sembravano essere mosse già programmate da tempo. Per questioni economiche e di slot, l’Inter andrà incontro sicuramente a qualche cessione, già in programma prima della fumata bianca sull’asse Milano-Londra.

Come resocontato da “La Gazzetta dello Sport“, gli indiziati principali a lasciare la corte di Inzaghi restano l’ex Roma, Edin Dzeko, per il quale si è parlato anche di un clamoroso ritorno capitolino e Alexis Sanchez. Da tempo non centralissimo nei piani interisti, soprattutto durante la parentesi contiana, il cileno attende la buonuscita per salutare definitivamente la Pinetina.

Calciomercato Roma, Lukaku mette in stand-by Dybala: scadenza fissata

Calciomercato Roma Dybala
Paulo Dybala ©LaPresse

Ciò che maggiormente interessa ai tifosi della Roma (e non solo) è però lo scenario legato al futuro di Dybala. Il passaggio de “La Joya” agli acerrimi rivali della Juventus sembrava ormai cosa fatta fino a qualche giorno fa. La stessa Rosea ha però evidenziato come il ritorno del compianto gigante fiammingo a Milano imporrà delle riflessioni su questo fronte a tutte le parti coinvolte.

L’argentino in questo momento si gode la mondanità statunitense con Oriana Sabatini e amici e colleghi di questo sport. Ha un accordo con Marotta e la stessa Gazzetta evidenzia come difficilmente l’accordo verbale con il suo mentore possa crollare proprio alle battute finali. Gli incastri di queste ultime ore riaccendono però scenari come quello giallorosso e milanista.

Maldini e Massara gradiscono ovviamente Paulo e sono ben consapevoli dell’importanza che le sue caratteristiche garantirebbero allo scacchiere. Condicio sine qua non, però, un cambiamento di posizione dello stesso giocatore e delle sue pretese economiche, al fine di venire incontro alla politica societaria ponderata da tempo a Via Aldo Rossi.

A ciò si aggiunga anche quanto raccolto da SportMediaset, a detta dei quali il Milan si sarebbe affacciato proprio in queste battute in cui l’Inter ha chiesto di pazientare all’entourage Antun. Sull’altra sponda dei Navigli, appena scudettata, attendono senza fretta, con quella calma e visionarietà manifestata anche in passato in situazioni diverse ma altrettanto delicate come quella di Donnarumma e Chalanoglu. La dead-line potrebbe essere fissata a luglio quando, in caso di ulteriori capovolgimenti, Maldini potrebbe affondare il colpo. Previa disponibilità dell’ormai ex Juve di fare un passo verso il club lombardo.