Calciomercato Roma, tra rinnovo e addio: c’è anche il Milan

Calciomercato Roma, spunta il nuovo nome per rinforzare la squadra di Mou. Testa a testa con il Milan.

Il mancato approdo in Champions League e la dialettica nascente con i Campioni di Italia in carica potrebbero scoraggiare i tifosi e, magari, gli stessi dirigenti giallorossi a competere con Maldini e colleghi. In realtà, abbiamo visto in quest’anno di collaborazione tra Pinto e Mourinho la conduzione di diverse trattative nelle quali nessuno avrebbe creduto fino a qualche tempo fa.

calciomercato Roma
Tiago Pinto e Josè Mourinho ©LaPresse

Senza citare quella per Paulo Dybala che, per quanto raffreddatasi dopo poco, ha comunque rappresentato una concreta pista e non un onirico quanto suggestivo scenario e senza nemmeno imbatterci in discorsi riguardanti la possibilità di vedere Ronaldo approdare nella Capitale, citiamo un esempio della scorsa estate. Ci riferiamo a quando il carisma di José Mourinho bastò in pochi giorni per convincere quel Tammy Abraham a lasciare città e campionato natale e a dire di no alle avances dell’Arsenal.

Calciomercato Roma, lotta a 4 e sfida al Milan per Hincapié

Calciomercato Roma
Piero Hincapié ©LaPresse

Basti questo per sottolineare come il fattore Mou e, ancora, la dimensione raggiunta dalla Roma dopo la vittoria in Conference League potrebbe portare i giallorossi ad affrontare eventuali duelli di mercato senza trovarsi in quella posizione di subalternità che pareva contraddistinguere loro soprattutto in passato.

Con questa consapevolezza si incassi quanto dunque raccolto dalla redazione di Calciomercato.it che ha parlato di duello tra Roma e Milan per Piero Hincapié, difensore classe 2002 del Bayer Leverkusen. L’ecuadoriano ha catalizzato grandi attenzioni per giovane età e prestazioni in Bundesliga ma non è ad oggi semplice fare previsioni. Su di lui ci sono altri due club europei e, soprattutto, sono stati avviati recentemente dei contatti per il rinnovo contrattuale. Ulteriore elemento complicante una pista già di per sé non poco ostica a causa della scadenza contrattuale attualmente fissata al 2026.