Calciomercato Roma, addio ufficiale dopo gli screzi

Il calciatore della Roma ha salutato la società in questa finestra di calciomercato dopo che i rapporti si erano fatti burrascosi 

C’è un addio ufficiale in casa Roma. Il calciatore ha lasciato Trigoria dopo che nei mesi scorsi i rapporti con la società si erano fatti burrascosi. Tiago Pinto si è liberato così di un esubero presente in rosa e che non era mai stato utilizzato da Mourinho. Il tecnico portoghese, infatti, lo aveva inserito in quella lista di calciatori che avrebbero fatto meglio a lasciare la squadra. A gennaio, infatti, sono stati diversi i giocatori che, presa coscienza del loro ruolo marginale, hanno deciso di abbandonare la Capitale. Il vantaggio c’è stato per entrambe le parti, con la Roma che si è liberata di alcuni calciatori inutilizzati, mentre questi hanno potuto cercare di farsi notare all’estero.

calciomercato roma
Davide Santon ©LaPresse

In questo modo, infatti, non solo la società ha evitato di creare troppe scontentezze nel gruppo, ma ha evitato che i calciatori si svalutassero troppo. Ovviamente questo vale solo per chi ha accettato di partire a gennaio, mentre ci sono stati alcuni calciatori che hanno preferito rimanere a fare panchina, o addirittura tribuna, nella Capitale. Si tratta di Amadou Diawara, Ebrima Darboe e Davide Santon, che non hanno mai fatto parte dei piani dello Special One. In particolare il difensore ex Inter e Newcastle, nell’ultimo periodo ha ingaggiato un vero  e proprio braccio di ferro con la società. Il terzino, infatti, aveva deciso di non partire in inverno, deteriorando i rapporti.

Calciomercato Roma, addio Santon: si libera a parametro zero

calciomercato roma
Davide Santon ©LaPresse

Ora, però, Santon è costretto a lasciare la squadra. Oggi primo luglio 2022, infatti, è il giorno in cui scade il contratto che lega il trentunenne alla squadra. In inverno alcune squadre avevano tentato di prenderlo per utilizzarlo, o comunque non lasciarlo nell’immobilismo romano. Il terzino, però, ha tenuto il punto decidendo di non abbandonare la Capitale. Questo ha portato a un totale di zero minuti giocati in giallorosso. Per di più, come già detto, la società non ha gradito l’atteggiamento dell’ex Inter, arrivato nella Capitale nell’ambito dell’operazione Nainggolan insieme a Zaniolo.