Calciomercato Roma, colpo a zero e niente Serie A: Pinto scaricato

Calciomercato Roma, trattativa avanzata che rischia di bloccare Tiago Pinto. A seguire tutti gli aggiornamenti.

Dopo le tante notizie e vicissitudini delle scorse ore, si è finalmente arrivati ad un punto di svolta per una trattativa di cui si stava discutendo da tanto tempo e che ha alla fine permesso ai Friedkin di regalare una delle più grandi “gioie” degli ultimi anni di calciomercato. In attesa di novità ufficiali, su tale fronte, riportiamo di seguito importanti aggiornamenti che lasciano intendere come nel prossimo futuro potrebbero giungere ulteriori e profonde novità.

calciomercato roma dybala
Paulo Dybala ©LaPresse

Certo, la trattativa per Dybala difficilmente permetterà ai tifosi della Roma di vivere una contentezza di tale portata nel corso dell’imminente campagna acquisti che rischia però comunque di regalare alla piazza ulteriori novità di non poco conto, complice le ancora non del tutto risolte esigenze di Pinto.

Calciomercato Roma, l’interesse per Grillitsch blocca Tiago Pinto

Calciomercato Roma
Florian Grillitsch ©LaPresse

Quest’ultimo sa bene di dover concretizzare diversi colpi sia in entrata che in uscita. Sul primo fronte, Paulo rappresenta la ciliegina su una torta non del tutto pronta ma che può comunque ad oggi rivelarsi saporitissima, per quanto mancante di alcuni ingredienti. In attesa dunque di eventuali e possibili nuovi ingaggi, non si sottovaluti quanto emerso dal portale turco Ajansspor legato alle possibili novità previste in casa Galatasaray.

I giallorossi ottomani hanno già prelevato dal Porto Sergio Oliveira ma stanno attualmente cercando nuovi profili per corroborare la regione di campo. La suddetta fonte ha evidenziato un interesse di non poco conto nei confronti di Florian Grillitsch, accostato in passato anche alla Roma e molto vicino alla Fiorentina nel mese di giugno. La trattativa sarebbe in fase avanzata e potrebbe causare una sorta di beffa a Tiago Pinto. Non tanto per un anelito ormai svanito all’ingaggiare l’austriaco quanto, piuttosto, per la sua volontà di cedere Diawara, sulle cui tracce c’era da tempo il club di Istanbul.