Serie A, partenza a rischio: “Difficile giocare il 13 agosto”

La Serie A vede avvicinarsi la prima giornata in piena estate rovente. Ecco l’annuncio che preoccupa i tifosi: “Difficile giocare così”

La prima giornata della Serie A 2022-23 si avvicina in Italia. La Roma sta per completare la tournée di amichevoli estive nel sud del Portogallo. Domani sera l’ultimo impegno, contro i francesi del Nizza, probabilmente per la prima volta si vedrà in campo anche l’ultimo clamoroso acquisto della campagna di calciomercato in entrata: Paulo Dybala. Il calciatore argentino verrà presentato prima alla stampa, il 6 agosto a Trigoria, mentre il giorno seguente ci sarà la presentazione della nuova Roma allo stadio Olimpico. Il 13 agosto inizia la Serie A, ma c’è un campanello d’allarme che risuona in queste ore.

Serie A
Pallone Serie A ©LaPresse

A lanciare il grido d’allarme è stato niente meno che Lorenzo Casini, presidente della Lega Serie A. Quest’anno il campionato italiano avrà un calendario del tutto stravolto in modo anomalo. Infatti, il Mondiale che si giocherà in Qatar, ha obbligato la Lega ad uno stravolgimento totale delle date, è per questo che si inizierà tra pochi giorni, nel week-end 13-14 agosto. La Roma esordirà sul campo della Salernitana, protagonista di una salvezza all’ultimo respiro lo scorso anno.

Serie A, partenza a rischio: “Difficile giocare il 13 agosto”

Serie A
Jose Mourinho ©LaPresse

Il presidente della Lega Serie A ha lanciato l’allarme in queste ore, le temperature bollenti rischiano di compromettere l’inizio del nuovo campionato italiano. Lorenzo Casini, intervenuto ai microfoni di Udinese Tv, si è così espresso a riguardo: “La prima preoccupazione è legata al clima, dato che l’eventuale persistenza delle attuali temperature renderebbe difficile cominciare a giocare il 13 agosto. Di certo si tratterà di una stagione anomala per via della pausa legata alla Coppa del Mondo, e sarà triste dovervi assistere senza la partecipazione della nazionale azzurra. Ma questo fungerà da monito per investire sempre più sui giovani italiani nel nostro campionato.”