Roma-Nizza 1-1, buone conferme per Mou: il tabellino della gara

Roma-Nizza, il resoconto della gara: i giallorossi crescono alla distanza, e trovano meritatamente un buon pareggio.

C’era molta attesa per capire quale sarebbe stata la reazione della Roma di José Mourinho alla sconfitta – sotto molti aspetti immeritata – patita contro lo Sporting Lisbona. Nell’amichevole da poco conclusasi contro il Nizza – quasi sicuramente l’ultima senza Paulo Dybala in campo, almeno in pre-season – i giallorossi strappano un buon 1-1.

Karsdorp ©LaPresse

Al goal siglato da Brahimi al 41′, ha “risposto” una girata di Karsdorp, che grazie alla deviazione decisiva di Lemina ha permesso alla compagine di Mourinho di agguantare il pari. Risultato tutto sommato giusto, con Roma e Nizza che non si fanno male, e al termine di 90 minuti piuttosto equilibrati, hanno dato vita ad una gara nella quale di certo non sono mancati spunti interessanti. Prima frazione di gioco in cui sono stati i transalpini a prevalere, grazie a trame di gioco ben architettate ed una buona condizione fisica: Svilar non corre particolari pericoli, ma nell’unica circostanza in cui avrebbe dovuto rispondere presente, il neo acquisto non copre bene il primo pallo, ed acuisce l’errore madornale in copertura di Vina.

Roma-Nizza, il resoconto della gara: Zalewski sugli scudi

Zalewski ©LaPresse

Nelle ripresa inizia la girandola del cambi, e la Roma comincia a carburare: gli ingressi in campo – tra gli altri – di Zalewski, Spinazzola, Abraham e Pellegrini rivitalizzano la manovra dei capitolini, che trovano meritatamente il pari grazie allo sfortunato autogol di Lemina. Roma che va vicina al goal anche in altre circostanza, con El Shaarawy ed Abraham in palla, ed un Zalewski che si è subito reso protagonista di almeno quattro sortite sulla fascia piuttosto interessanti.

ROMA (3-4-2-1): Svilar (’46 Svilar), Kumbulla (’46 Mancini), Smalling, Vina (’61), Karsdorp (’60 Celik), Matic (’46 Bove), Veretout (61′ Cristante), Spinazzola (’46 Zalewski), Perez (’46 Pellegrini), Shomurodov (’46 El Shaarawy), Zaniolo (’46 Abraham).