Calciomercato Roma, l’infortunio inguaia Pinto: già pronti 15 milioni di euro

Calciomercato Roma, l’infortunio inguaia il general manager Tiago Pinto: sono già pronti 15 milioni di euro per il sostituto.

Oltre ad Andrea Belotti in attacco, la ciliegina sulla torta per questa sessione estiva di calciomercato della Roma già finora straordinaria, sarebbe l’arrivo di un altro difensore centrale di alto livello. In particolare l’allenatore José Mourinho nei colloqui con il general manager Tiago Pinto aveva tracciato un identikit ben preciso. Un difensore mancino abile anche in fase di impostazione del gioco visto che gli attuali centrali (Smalling, Mancini, Ibanez e Kumbulla) non sono il massimo sotto questo aspetto.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto, general manager della Roma ©LaPresse

All’identikit corrisponde alla perfezione Marcos Senesi, difensore centrale argentino in uscita dal Feyenoord, avversaria della Roma nella finale della scorsa Conference League. Già ai tempi della finale di maggio il suo nome era sul taccuino di Tiago Pinto, ma il general manager non ha mai sferrato l’attacco decisivo in attesa di uno sconto rispetto al prezzo di 15 milioni di euro stabilito dal Feyenoord.

Calciomercato Roma, il West Ham piomba su Senesi: sfida al Bournemouth

Calciomercato Roma
Marcos Senesi©LaPresse

Un piano del genere poteva andare in porto solo in caso di mancata concorrenza. Così non pare essere, perché dopo il Bournemouth a rovinare i possibili piani di Pinto c’è anche il West Ham. L’infortunio del nuovo centrale difensivo Nayef Aguerd, fuori per tutti i restanti mesi del 2022, costringono infatti gli Hammers a tornare subito sul mercato.

E dopo avere speso 35 milioni di euro per il nazionale marocchino, il ricco club inglese – secondo quanto riportato dal sito 1908.nl – non dovrebbe avere problemi ad assicurare al Feyenoord i 15 milioni di euro richiesti. La sfida al rialzo con il Bournemouth, neopromosso in Premier League, mette momentaneamente la Roma fuori dai giochi, a meno di clamorosi colpi di scena. E visto quanto sta accadendo in questa folle estate di calciomercato romanista, mai dire mai.