Roma, Stadio a Pietralata: tutte le date

Roma, la voglia dei Friedkin di rendere questo club ancora più importante emerge sempre con più chiarezza.

Abbiamo visto come in circa due anni, grazie alla nuova proprietà texana, tanti aspetti siano cambiati rispetto al passato. Superata la fase iniziale di interregno o, se preferite, di studio da parte di Dan e Ryan, il progetto a stelle e strisce ha preso pian piano quota, portando la Roma a vincere dopo più di una decade e assumere un’immagine ancora più nobile di quella già inizialmente vantata.

Roma
Tiago Pinto e Ryan Friedkin ©AnsaFoto

I primi mesi dei due texani all’ombra del Colosseo ci hanno restituito consapevolezza circa la loro fermezza di posizione: chi sbaglia, paga. Lo si è visto con i fatti di Roma-Spezia in Coppa Italia o in quel di Verona, nel noto esordio stagionale contraddistinto dalla panchina di un Dzeko mai vicino come in quel momento alla Juventus. Sarebbe già bastato questo per esprimere la grande attenzione e cura ai dettagli, cui ha fatto seguito l’ormai famoso annuncio di Mourinho sulla panchina.

Roma, le ultime sul progetto Stadio: ecco il piano dei Friedkin

Roma
Dan Friedkin ©LaPresse

Quest’ultimo può seriamente considerarsi come una sorta di anno zero, catalizzatore di un progetto ancora vago fino a quel momento e che, invece, in seguito allo stupore di quel caldo pomeriggio di maggio, ha iniziato ad assumere contorni sempre più seri e importanti. Al netto della campagna acquisti fin qui condotta da Tiago Pinto e distintasi per approdi non solo funzionali ma anche di grande caratura, tante altre vicende fanno emergere il grande anelito del club a voler toccare cime mai raggiunte prima.

Basti pensare alla questione stadio, sbloccatasi con grande concretezza e celerità dopo cavillosità burocratiche concretizzatesi in un nulla di fato durante la passata gestione. Su tale fronte, riportiamo gli ultimi aggiornamenti a qualche settimana di distanza dalla nota ufficiale del club sottintendente un importante sblocco per la realizzazione del progetto.

In Campidoglio è già giunto il primo dossier dopo i fitti dialoghi e studi condotti dal team di Gau. L’obiettivo è quello di presentare lo studio di fattibilità entro fine settembre o al massimo entro le prime settimane di ottobre. Questo favorirebbe lo sblocco definitivo dell’iter per la costruzione vera e propria. Il passo successivo, come riferisce “Il Tempo” sarà poi quello di inaugurare l’impianto nel giro di massimo cinque anni.