Calciomercato Roma, rescissione e addio: firma un triennale

Calciomercato Roma, risoluzione contrattuale e addio. Ha rifiutato diverse proposte e ha già deciso la sua prossima destinazione.

Come ribadito tante volte, questa fase risulterà prossimamente molto importante anche sul fronte delle cessioni, soprattutto alla luce delle plurime presenze di elementi annoverabili nel corpo degli esuberi capitolini al quale sta dedicando non poca attenzione Tiago Pinto da almeno un anno a questa parte.

Calciomercato Roma
José Mourinho ©LaPresse

Se nella mente di molti, col senno di poi, sono ancora impresse le immagini dei tanti approdi a Roma durante le ultime campagne acquisti pallottiane, non meno nitidi sono i ricordi dell’attenzione rivolta da Tiago al mercato in uscita a partire dallo scorso giugno.

Consapevole sin da subito della necessità di abbassare il numero di elementi presenti nello scacchiere nonché i nomi presenti nel libro paga dei Friedkin, il gm ha dimostrato importanti capacità di intervento in quest’ambito, creando un giusto equilibrio in termini di attenzione da rivolgere ai due aspetti.

Calciomercato Roma, addio con rescissione per Riccardi

Calciomercato Roma
Alessio Riccardi ©LaPresse

Non è un caso che proprio mentre nella Capitale arrivavano negli ultimi dodici mesi giocatori come Abraham, Dybala o Matic, altrettanti venivano allontanati o rappresentavano comunque profili attenzionati alla ricerca di una soluzione. In queste settimane i nomi più caldi sono stati certamente quelli di Kluivert o Coric, oltre che a quelli di Belotti o Bailly per quanto concerne i possibili nuovi acquisti.

Da qualche minuto è però giunto un aggiornamento tutt’altro che di poco conto sempre in ambito di addii. Secondo Sky Sport, dopo aver rifiutato la Juventus U23 e la Spal, Alessio Riccardi risolverà infatti il proprio contratto con la Roma e firmerà un triennale con il Latina.

Considerato da molti come un potenziale fuoriclasse fino a qualche anno fa (ricorderete l’ostilità con la quale venne accolta la notizia relativa al suo possibile inserimento in una trattativa con la Juventus) non è mai riuscito a rispettare le alte aspettative, nemmeno in un ambiente calmo come quello di Pescara.