Cassano, altra bordata contro Dybala e la Roma

Roma, ennesimo annuncio di Antonio Cassano sui giallorossi e sul calciomercato. Di seguito le sue parole.

Non è la prima volta che l’attaccante ex, tra le tante, Real Madrid e Sampdoria, torna a parlare dei giallorossi. Era già accaduto in un passato nemmeno troppo lontano e in ottiche differenti. Sovente è capitato di assistere ad affermazioni sul suo passato capitolino, incentrate sul suo rapporto con compagni ed allenatori ma anche su quell’intoccabile Francesco Totti circa il quale si è esposto in modo esplicito non poche volte e generando la catalizzazione di diverse posizioni e pareri.

Roma
Antonio Cassano ©LaPresse

Come dicevamo, però, Fantantonio si è esposto ultimamente anche sull’attuale squadra capitolina, paragonata alla rivale per eccellenza, la Lazio di Sarri, e ponendola al centro di dialettiche e confronti interessanti maggiormente i due allenatori, Maurizio e José, piuttosto che le due rose in sé e per sé. In realtà, anche da questo punto di vista, non sono mancate affermazioni circa l’attuale livello e qualità dello scacchiere di Mourinho e sulla conduzione del mercato da parte del connazionale Tiago Pinto.

Roma, Antonio Cassano non le manda a dire: che frecciata a Dybala

Calciomercato Roma
Paulo Dybala ©LaPresse

Era già accaduto negli scorsi giorni, quando il barese aveva ammesso di “amare l’esporsi prima dei fatti” e previsto un campionato in cui la Roma avrebbe avuto difficoltà a collocarsi tra le prime quattro, a differenza della rosa biancoceleste. Ad una tesi volta a smontare un entusiasmo che troppo facilmente, a sua detta, infiamma la città, hanno recentemente fatto seguito le parole su Paulo Dybala e, più in generale, sul valore di un giocatore che ha portato non poca gioia e felicità ai tifosi. Questo l’estratto del suo commento, pronunciato alla BoboTV.

Se sei forte, a 29 anni la Juventus non ti lascia andar via. Le 4-5 squadre più forti non l’hanno nemmeno considerato come riserva. L’Inter lo ha parcheggiato e poi ignorato dopo aver preso Lukaku. Con tutto il rispetto, è andato alla Roma a guadagnare 5 milioni di euro mentre ne chiedeva 10. Lo dico dai tempi di Palermo, non è un fenomeno e mi chiedo a tal proposito perché nessuna squadra come Arsenal o Manchester United abbia voluto puntare su di lui. La stessa Inter non è mai stata interessata ma ha fatto solo una sceneggiata per poi andare su Romelu. Inoltre ha dato via Sanchez che secondo me è più forte di lui. Va a guadagnare cifre non astronomiche presso la sesta forza del campionato. Il Milan gli ha preferito De Ketelaere, atteso per due mesi“.