Var, cambia tutto: la rivoluzione è già partita

Var, cambia tutto: la rivoluzione è già partita e dovrebbe vedere la luce piena già dalla prossima stagione

Iniziato il campionato, sono iniziate immediatamente  anche le polemiche annesse. Soprattutto su alcuni episodi discutibili sul quale è intervenuto il Var. Non solo il rigore per il Milan, contestato da parte dell’Udinese, ma anche il gol annullato alla Sampdoria nella gara contro l’Atalanta. Insomma, nonostante la tecnologia, rimangono troppo le incongruenze. E le polemiche, ovviamente.

Var
Il Var ©LaPresse

Come dimenticare poi i tanti torti subiti dalla Roma lo scorso anno che hanno tolto tanti punti alla squadra di Mourinho? Impossibile diremmo. Bene, in un’intervista rilasciata da Collina alla Gazzetta dello Sport, lo stesso ex arbitro ha anticipato quello che potrebbe essere un vero e proprio cambio di marcia nell’utilizzo della tecnologia. Una svolta, passata quasi in sordina, ma che potrebbe vedere la luce già il prossimo anno, il tempo di mettere a posto il tutto.

Var, la rivoluzione è partita

Calciomercato Roma
José Mourinho ©LaPresse

“Oggi, a distanza di 6 anni, si può pensare a fare qualche considerazione sulla possibilità di modificare qualche cosa in merito, magari per un utilizzo maggiore, perché un errore è sempre un errore” ha detto Collina, ipotizzando un cambio di rotta, una vera e propria rivoluzione, che potrebbe portare i direttori di gara a poter utilizzare la tecnologia non solo nel momento in cui c’è un evidente errore, ma anche nel momento in cui una interpretazione in campo sia sbagliata. Anche in questo caso, insomma, potrebbe arrivare in aiuto il monitor, anche per abbassare i toni.

Sì, è evidente che ci potrebbero essere anche i contro, con un gioco maggiormente spezzettato. Ma davanti a un errore di solito ci si ferma e si preferisce che tutto vada per il verso giusto. Ecco, la rivoluzione sembra davvero pronta.