Calciomercato Roma, contatti infuocati con la Juve: formula “decisa”

Calciomercato Roma, proseguono le manovre dei giallorossi per rinforzare l’organico a disposizione di Mou: contatto con la Juve.

Ore caldissime in casa Roma. A pochi giorni dalla sfida di campionato contro la Juventus che potrebbe palesare in maniera evidente i rapporti di forza esistenti in un campionato assolutamente equilibrato, i giallorossi parallelamente proseguono la caccia a quegli obiettivi che dovrebbero completare l’organico a disposizione dello Special One.

Calciomercato Roma Zakaria
Tiago Pinto ©LaPresse

Lo stop di Wijnaldum indirizzerà le prossime mosse. Oltre all’acquisto di un profilo alla Belotti – per il quale nelle ultime ore sarebbero stati compiuti interessanti passi in avanti, grazie anche alla svolta impressa alla trattativa che dovrebbe portare Felix Afena-Gyan a vestire la maglia della Cremonese – è divenuto di stringente attualità anche l’acquisto di un centrocampista in grado di sostituire il centrocampista olandese.

Calciomercato Roma, contatti per Zakaria: le ultime

Zakaria Juventus Calciomercato Roma
Denis Zakaria ©LaPresse

Sono tanti i profili che nelle ultime ore stanno circolando in orbita capitolina. Secondo quanto riportato da goal.com, la Roma avrebbe già avuto un contatto con la Juventus per tastare la situazione Zakaria. I giallorossi, che continuano a valutare anche altri profili, preferirebbero chiudere l’operazione con la formula del prestito.

Acquistato lo scorso inverno dal Borussia Monchengladbach, Zakaria non è mai riuscito ad imporsi con costanza nello scacchiere tattico di Allegri, tormentato da diversi infortuni che ne hanno pregiudicato l’inserimento. Contro la Samp è rimasto in panchina per tutti i 90 minuti di gioco, in quella che Allegri ha etichettato come “scelta” tecnica ma che i più maliziosi hanno interpretato come indizio di mercato. Sondato dal Monaco e dal Borussia Dortmund, Zakaria è un profilo che piacerebbe e non poco a Mourinho: del resto, la Roma lo seguiva da tempo, fino a poche settimane prima che l’irruzione della Juventus facesse saltare il banco.