Roma, Mou lo ha ‘tolto‘ dal mercato | “Dybala-Abraham: ecco cosa penso”

Roma-Monza, le parole di José Mourinho nel post partita: ecco quanto dichiarato dal tecnico lusitano ai microfoni di DAZN.

Un Mourinho visibilmente soddisfatto della prova dei suoi ragazzi si è fermato a commentare Roma-Monza ai microfoni di DAZN. Ecco le parole del tecnico lusitano:

José Mourinho ©LaPresse

PAROLE con DYBALA all’USCITA? “No, niente: l’anno scorso nella partita contro la Juve qui all’Olimpico quando è stato sostituito gli ho detto: “Sei bravo, molto bravo.” Ci siamo ricordati di quando stavamo contro.

GARA – “C’è stata una migliore nella tranquillità di conduzione del risultato: la partita però è stata molto più difficile di quanto il risultato dimostri. Loro sicuramente hanno creato difficoltà nel possesso palla, abbiamo dovuto creare modo di pressare, ci hanno messo in difficoltà. Dopo con più spazio, con una buona gestione avremmo potuto fare qualche goal in più. Siamo stati tranquilli, equilibrati, e ciò ci ha dato la possibilità di far riposare dei calciatori.

IBANEZ – “Uno di quei ragazzi che vedo molto migliorato. Anche con la palla tra i piedi è molto più sereno, trova differenti soluzioni in possesso pallo, non è più “automatico”. Molto forte, oggi voglio pensare di Abraham: oggi ha giocato come voglio io. Oggi è stato il mio Tammy: ha vinto tutti, ha dato uscite, a livello individuale guadagnava la profondità, si abbassava. La serata di Dybala perché ha segnato 100 goal: oggi Tammy è stato fantastico.”

SHOMURODOV – “Fino ad ora c’era stata molta pressione su di lui: prestito o non prestito, va o non va. Da questo momento ci aiuterà anche lui.”

DYBALA – “Paulo è un grande talento, che gioca per la squadra e con la squadra. Anche in fase difensiva fa un lavoro straordinario per noi. Viene da una situazione difficile per quanto riguarda gli infortuni, ma sta crescendo. Grande amicizia con Galliani, c’è stata sempre sportività, un esempio di classe: siamo nemici solo durante la partita, sono stato molto felice dell’abbraccio.”