Calciomercato Roma, affare Frattesi e ingaggio Zagadou: Pinto dice tutto

Calciomercato Roma, Tiago Pinto ha fatto chiarezza sul mancato arrivo di Frattesi e sul possibile arrivo del centrale difensivo Zagadou.

Nel corso della conferenza stampa il general manager Tiago Pinto rispondendo alle domande dei giornalisti, ha di fatto smentito il possibile ingaggio di un difensore centrale svincolato, o quanto meno per il momento. Il riferimento è a Dan-Axel Zagadou, centrale ex Borussia Dortmund attualmente senza squadra. Come riportato ieri dall’esperto di calciomercato Santi Aouna, l’agente è arrivato in Italia ma non c’è evidentemente nessuna trattativa in corso anche per via delle richieste molto alte (tre milioni di euro a stagione più un bonus alla firma).

Calciomercato Roma
Tiago Pinto, general manager della Roma ©LaPresse

Queste le parole di Tiago Pinto sul mancato arrivo del quinto difensore: “Alla fine non siamo riusciti a prendere un difensore centrale in più. La questione è molto semplice, matematica. Giochiamo con tre difensori centrali, averne cinque e non quattro sarebbe molto più comodo. In rosa abbiamo comunque delle soluzioni, con giocatori che sono capaci di fare più ruoli come Matic e Cristante che possono giocare in quel ruolo. La scorsa stagione Mourinho ha fatto vedere che nel momento di difficoltà ha trovato grandi soluzioni come Zalewski e Felix Afena-Gyan. Non siamo nelle condizioni di fare sempre piccoli sforzi: uno per Dybala, uno per Wijnaldum, uno poi per il suo sostituto dopo l’infortunio e così via. Le cose sono più complesse di quello che sembrano”.

Alla domanda specifica su Zagadou, Pinto ha risposto così: “Si può parlare di Zagadou, o Denayer e altri calciatori senza contratti. E questa è una cosa particolare successa solo in questa finestra di mercato. Su questo parleremo nel futuro”.

Calciomercato Roma
Tiago Pinto, general manager della Roma ©LaPresse

Calciomercato Roma, la verità di Pinto sulla trattativa per Frattesi

Calciomercato Roma
Davide Frattesi, centrocampista del Sassuolo ©LaPresse

Tiago Pinto ha anche parlato del mancato arrivo di Davide Frattesi.

“Noi abbiamo una strategia sportiva e una strategia finanziaria. La squadra ha bisogno di queste cose per migliorare e poi tramite la strategia finanziaria dobbiamo arrivarci. Con tutte queste condizioni del FFP e tutto il resto le cose vanno insieme. Il mercato dura tre mesi, ma io subito ho capito che c’erano molte difficoltà nelle uscite per portare avanti una strategia nelle entrate. In quel momento io ho capito che era meglio fare questa strategia di spendere sugli ingaggi rispetto che aspettare e prima vendere i giocatori che volevamo. Tutte le situazioni sono state legate una all’altra. Veretout parte, arriva Wijnaldum. Parte Felix, firma Belotti. Quando ho capito che c’era difficoltà a vendere, non ho voluto compromettere il tutto. La strategia finanziaria è cambiata, non quella sportiva”.

Su Frattesi Pinto ha parlato chiaro: “Frattesi è il mio giocatore preferito della Serie A dopo tutti gli attuali giocatori della Roma. Sarà uno dei centrocampisti più forti della Nazionale. Io devo rispettare le richieste. Ci sono due cose importanti. Io non uso la stampa per fare le trattative ed è infatti la prima volta che parlo di Frattesi. Nessuno di voi mi ha sentito parlare di Frattesi. Ognuno fa una sua valutazione. Ci sono dei momenti che una trattativa sembra che si porta avanti solo da una parte e non dall’altra. Frattesi è un grande giocatore, ma non è arrivato perché io sono tedesco nel fare trattative. Se non ho i soldi che chiedono andiamo avanti”.