Calciomercato Roma, Zaniolo apripista: il poker di firme scatta così

Calciomercato Roma, non solo Zaniolo: opzioni di rinnovo automatico per altri calciatori della rosa giallorossa.

Dopo la sconfitta patita alla Dacia Arena di Udine, la Roma di José Mourinho è chiamata al pronto riscatto in Europa League: i giallorossi – che se la vedranno con il Ludogorets – vorranno sicuramente fornire un segnale importante a stretto giro di posta.

Calciomercato Roma Zaniolo
Nicolò Zaniolo ©LaPresse

Nessun tipo di allarmismo in casa giallorossa, anche perché fino alla debacle in casa dei friulani la compagine di Mou aveva lanciato segnali molto convincenti, soprattutto in termini di impermeabilità difensiva: chiaramente ci saranno degli accorgimenti in vista dei prossimi impegni ufficiali e del vero e proprio tour de force cui saranno impegnati i capitolini, che praticamente giocheranno ogni tre, tra campionato ed Europa League. Spera di ritornare a stretto giro di posta per poter fornire il suo contributo anche Nicolò Zaniolo, il cui rinnovo è stato un temo affrontato da Tiago Pinto nei giorni immediatamente successivi alla chiusura della sessione estiva di calciomercato.

Per stessa ammissione del GM giallorosso, il rapporto tra la Roma e l’entourage del diretto interessato è cordiale, e c’è la volontà di entrambe le parti di raggiungere un accordo che di fatto spegnerebbe quelle voci che si sono diffuse senza soluzione di continuità in un’estate che definire rovente sotto questo punto di vista sarebbe solo un eufemismo.

Calciomercato Roma, Zaniolo e non solo: opzione di rinnovo automatico per altri top player

Calciomercato Roma Smalling
Chris Smalling ©LaPresse

Tuttavia, altre pedine fondamentali potrebbero prolungare a breve il loro rapporto con i giallorossi, con opzioni di rinnovo automatico. Come riferito da “Il Romanista”, infatti, nel momento in cui Smalling taglierà il traguardo delle venti presenze stagionali vedrà rinnovato il suo contratto con la Roma fino al 2024. Discorso analogo può essere imbastito per Matic e Belotti: il serbo allungherà di un anno il termine ultimo della sua esperienza nella Capitale (che per contratto scadrebbe nel 2023) quando metterà a referto il 50% delle presenze sul computo totale degli impegni ufficiali.

Anche Belotti prolungherà automaticamente il suo matrimonio “giallorosso” quando scenderà in campo per la ventunesima volta in stagione, senza alcun tetto in termini di minutaglie. Situazione sui generis quella di El Shaarawy, per il quale sarà necessaria la decisione finale dei Friedkin: al momento le chances di una permanenza del Faraone sembrano essere piuttosto scarse.