Ludogorets-Roma, fallo in area: il Var non interviene

Ludogorets-Roma, non è sfuggito a molti l’episodio verificatosi nei primissimi minuti della garad’esordio degli uomini di Mourinho in Europa League.

I giallorossi hanno iniziato questo nuovo cammino europeo in Bulgaria, con il titolo di vincitori della neonata Conference League e con l’etichetta di possibili candidati ad una vittoria finale complicata quanto ambita da una fetta ampissima delle nobili realtà continentali presenti in questa competizione. Giusto, dunque, ragionare step by step, consapevoli dell’importanza dei mezzi giallorossi, da non considerarsi depauperata nemmeno dopo il passivo di Udine, ma altresì consci delle non poche asperità che questo percorso sottintende.

Roma
José Mourinho ©AnsaFoto

Le primissime si sono già palesate in questa gara contro il Ludogorets, iniziata con la produzione di diverse insidie da parte dei bulgari ai danni delle retrovie e, più in generale, dalle condizioni del campo che hanno lenito la fluidità di gioco e che rappresentano una variabile preoccupante di non poco conto.

Ludogorets-Roma, episodio dubbio in area di rigore su Pellegrini: il Var non interviene

Roma
Lorenzo Pellegrini ©LaPresse

Attendendo che sia il (pessimo) prato verde a dare la sentenza, segnaliamo qui un episodio verificatosi all’ottavo minuto del primo tempo. In una delle prime azioni offensive dei giallorossi, il capitano Lorenzo Pellegrini è stato infatti abbattuto in area di rigore, subendo un calcio sulla caviglia che lo ha steso mentre era in possesso palla. L’arbitro ha ignorato l’episodio, così come il VAR che ha deciso di non intervenire. Pochi minuti prima c’erano state delle polemiche in campo per un reclamato fallo di mano di Bryan Cristante, totalmente inesistente.