Roma-Milan, giallorosse senza freni e prime in classifica: finisce 2-0

Roma-Milan, giallorosse senza freni e prime in classifica. Decidono Minami e Giacinti. Adesso sfida alla Juventus

Diciottesimo risultato utile di fila in Serie A. Quarto clean sheat consecutivo. Prima volta nel massimo campionato che la Roma riesce a battere il Milan. Al Tre Fontane finisce 2-0 per la squadra di Spugna che annienta quella di Ganz. Decidono le reti di Minami e di Giacinti arrivate entrambe nel primo tempo. Una Roma perfetta che non ha preso un tiro in porta e che ha dominato in lungo e in largo. Le rossonere devono ringraziare il proprio portiere Giuliani per aver reso meno amaro il passivo.

Roma-Milan
Valentina Giacinti ©AsRomaLive.it

Insomma, il miglior modo per arrivare alla partita di venerdì prossimo contro la Juventus. Una gara senza storia, davanti a oltre 1000 spettatori che hanno affollate lo stadio all’Eur nonostante il clima estivo. Una Roma che piace, che gioca, che diverte e che si diverte.

Roma-Milan, la partita

Calciomercato Roma Femminile Spugna Baldi Napoli
Alessandro Spugna, allenatore Roma Femminile ©AsRomaLive

Gara mai in discussione e finalmente tabù Milan sfatato. Giusto così perché le giallorosse sono partite all’arrembaggio dal primo minuto e hanno rischiato di sbloccarla subito col sinistro di Serturini e poi con Giacinti che ha sfruttato un errore di Dubcova ed è stata sfortunata nel rimpallo con Giuliani. Poi la traversa di Bartoli e infine la rete della giapponese: sinistro di Serturini che diventa un assist, controllo e girata piattone mancino a sbloccare il match. La squadra di Spugna non s’è mai accontentata e ha trovato il gol che ha messo in ghiaccio la partita al minuto 42: stavolta è stata Giacinti, con il classico gol dell’ex, a fulminare Giualini che ha potuto solamente guardare. L’attaccante prima ha chiesto scusa, poi s’è lasciata andare in un urlo liberatorio.

Nel secondo tempo la Roma ha gestito e Ceasar è rimasta a guardare le compagne. Mai una conclusione nello specchio della porta per la squadra di Ganz deluso a fine partita. La Roma è troppo forte in questo momento e l’ha dimostrato. Adesso sotto con la Juve prima del preliminare di Champions League contro lo Slavia Praga.