Roma, la ‘carezza‘ di Mou a Zaniolo: “Ecco perché gli dico grazie”

Roma, le parole di José Mourinho nel post partita della sfida contro l’Empoli. Ecco quanto dichiarato dallo Special One.

Era una partita da vincere per la Roma, ed i giallorossi centrano tre punti pesantissimi per la propria classifica, espugnando il Castellani di Empoli per 1-2. A salire in cattedra ci ha pensato Paulo Dybala, che prima si mette in proprio con la rete del momentaneo 0-1, e poi serve Abraham un cioccolatino solo da scartare. Intervenuto ai microfoni di Sky, Mou ha offerto diversi spunti interessanti:

Empoli-Roma Mourinho
José Mourinho ©LaPresse

ABRAHAMSi deve abbassare sia in fase difensiva sia in fase di costruzione e dopo deve arrivare. Il problema è che qualche volta questo tipo di giocatore fa più fatica mentale ad arrivare in zona goal. L’ambizione di squadra ed individuale era quella di non perdere punti dopo le ultime partite: fare goal a Vicario è quasi un miracolo.

GARAPotevamo vincere anche in un altro modo, era importante ritornare a fare i tre punti. Poi chiaramente ci sarebbe piaciuta maggiore tranquillità, 7  minuti di extra time per una squadra che vince sono tanti, ma li abbiamo gestiti bene. Complimenti a Zanetti e a loro, una squadra con cui è difficile giocare contro.

ZANIOLO -“Colgo l’opportunità per ribadire ciò che gli ho detto già in panchina: grazie mille per il tuo sforzo per stare qui, per recuperare e dare una mano alla squadra. Quando abbiamo fatto il 2-1 lui era pronto per entrare. Anche Wijnaldum è un calciatore importante.”

INFORTUNI – “Cristante e Matic sono due grandi calciatori, anche se nella nostra proposta di gioco non è facile. Con gli infortuni di Zalewski e Karsdorp  non siamo una rosa come una quelle delle squadre top, riconosco le difficoltà e che fra due giorni abbiamo una partita da vincere, e poi anche l’Atalanta.