VAR e polemiche, caos totale: la nota ufficiale dell’Aia

Var e polemiche: è caos totale. La nota ufficiale dell’Aia in merito ai fatti successi ieri in Serie A. La posizione di Candreva nel mirino

Var e polemiche. Ed è anche caos. Sì, perché i fatti successi ieri in Serie A lasciano ancora dei dubbi sull’utilizzo corretto della tecnologia. Non solo nel pomeriggio il Lecce si è lamentato per alcuni episodi nemmeno visionati dal direttore di gara – un fallo di mano in area del Monza andava sanzionato – ma poi, ieri sera, per un gol annullato alla Juventus nella gara contro la Salernitana, è successo di tutto, anche una rissa finale che ha portato a diverse espulsioni.

Var e polemiche
©LaPresse

Pochi minuti fa, inoltre, per cercare di fare chiarezza, è arrivata la nota ufficiale dell’Aia, che praticamente mette il timbro su quella che era stata la sensazione ieri sera e vale a dire che al monitor non aveva a disposizione le immagini che vedevano la posizione di Candreva.

Var e polemiche, il comunicato ufficiale dell’Aia

juve salernitana
La rissa finale in Juventus Salernitana ©LaPresse

Le immagini che vedono Candreva tenere in gioco Bonucci arrivano da una “telecamera non a disposizione del Var e pertanto non fruibile dagli arbitri”. “In merito all’episodio relativo a Juventus-Salernitana e a un video diffuso al termine della gara dapprima in rete poi ripreso da molti mezzi di informazione” si legge ancora nella nota “l’organo tecnico della Can ha visionato tutte le immagini messe a disposizione del Var e dell’Avar per la gara in oggetto, non riscontrando alcuna corrispondenza con il video in questione”. “L’organo tecnico della Can – scrive ancora l’associazione italiana arbitri – ha anche chiesto espressamente alla società che fornisce il servizio tecnologico per la Var se la camera in questione, definita tattica, fosse a disposizione degli addetti alla Var per la gara disputata allo Juventus Stadium. La risposta che veniva fornita è che la camera non era a disposizione del Var e pertanto non era fruibile dagli arbitri. Con quanto precisato siamo convinti di aver fatto chiarezza”.