Calciomercato Roma, Mourinho insiste: nuovo messaggio per Pinto

L’allenatore della Roma ha mandato l’ennesimo messaggio al general manager che deve occuparsi del calciomercato per accontentarlo

La Roma esce dal posticipo di Serie A di ieri sera con tre punti in tasca che le permettono di rimanere a ruota del gruppone in testa. Non c’è nessuna squadra a punteggio pieno dopo sei giornate di Serie A, con Napoli, Atalanta e Milan che viaggiano a 14 punti. Sotto di loro c’è l’Udinese a quota 13 seguita proprio dalla Roma a pari punti al quinto posto. Il successo permette, così, ad Abraham e compagni di rimanere aggrappati alla corsa per la Champions League che è il vero obiettivo di questa squadra.

calciomercato Roma
Tiago Pinto, general manager della Roma ©LaPresse

Dopo la vittoria contro l’Empoli, maturata grazie ai gol di Paulo Dybala e Tammy Abraham, la testa dei tifosi è andata subito all’Helsinki, prossimo avversario dei giallorossi in Europa League. Non tutti, però, sono andati con la mente al prossimo incontro. José Mourinho, infatti, ha colto l’occasione di mandare un messaggio a Tiago Pinto. Il general manager giallorosso ancora non ha trovato il difensore centrale adatto per completare il reparto giallorosso. Adesso in piedi c’è solo il calciomercato degli svincolati e la Roma vuole proprio pescare tra le occasioni low cost, come già fatto in estate.

Calciomercato Roma,M0u e il messaggio a Pinto in conferenza stampa

calciomercato Romacalciomercato Roma
José Mourinho, allenatore della Roma ©LaPresse

Nel mirino di Mourinho ci sono diversi giocatori senza contratto, che però, non lo convincono a pieno a causa della tenuta fisica. I vari Zagadou, Ié, Maksimovic e Denayer piacciono ai giallorossi, ma la situazione atletica non è rassicurante. José, però, vorrebbe uno di questi prima che anche la finestra per gli svincolati si chiuda e ha mandato un messaggio a Pinto. Nella conferenza stampa post partita di Empoli-Roma, infatti, lo Special One ha affermato come la squadra non abbia la rosa delle altre squadre top. Con i tanti infortuni che si stanno verificando in Serie A, poi, le opzioni diminuiscono. In caso un difensore centrale si fermi, il tecnico – ha affermato – sarebbe costretto a cambiare modulo rinunciando alla difesa a tre. Un chiaro messaggio al general manager che deve lavorare per prendere un rinforzo per il reparto arretrato.