Stadio della Roma: “Pioggia di ricorsi”. Cosa sta succedendo

La Roma vuole costruire il proprio Stadio ma continuano a piovere le problematiche: ricorsi in arrivo. Ecco cosa sta succedendo

Sono anni ormai che i tifosi della Roma aspettano di avere un loro stadio. Tutto è cominciato anni fa con le vecchie proprietà che già volevano regalare ai giallorossi una loro casa, ma i progetti si sono sempre rivelati fallimentari. Con l’arrivo della nuova società guidata da Dan e Ryan Friedkin finalmente sembrava essere arrivata anche la tanto attesa svolta. Ma come sempre i problemi non finiscono mai.

I tifosi della Roma ©LaPresse

Anche questa volta, nel progetto presentato dalla Roma per la realizzazione dello stadio in zona Pietralata, sono spuntate nuove problematiche relative ai vecchi proprietari di abitazioni espropriate in passato. Stanno piovendo i ricorsi.

Stadio della Roma, gli eredi vogliono indietro i terreni: “Progetto a rischio”

roma feidkin delisting
Dan e Ryan Friedkin allo Stadio Olimpico ©Ansa Foto

Sin da subito uno degli obiettivi della nuova proprietà della Roma guidata dalla famiglia Friedkin è stato quello di costruire uno stadio tutto giallorosso. Dopo che l’ipotesi Tor di Valle è tramontata, la proprietà americana ha presentato al Campidoglio il progetto per la realizzazione dello stadio in zona Pietralata. Tutto sembrava procedere per il meglio, fino all’arrivo degli ennesimi problemi.

Infatti, secondo quanto riportato da ‘La Repubblica’, la zona in cui la Roma vorrebbe costruire lo stadio sarebbe quella che avrebbe dovuto ospitare il progetto per la realizzazione degli uffici ministeriali e di enti pubblici nel 2001. A farsi sentire sono i vecchi proprietari dei terreni espropriati che adesso vorrebbero la retrocessione dei terreni per la mancata realizzazione del progetto. Questo ovviamente blocca il progetto della Roma e secondo il quotidiano anche il progetto giallorosso sarebbe “a rischio”. Ennesimo problema per la Roma, il cui progetto stadio è sempre un calvario.