Voti Roma-Helsinki 3-0, Dybala e Zaniolo incantano: un solo bocciato

Voti Roma-Helsinki, l’analisi delle prestazioni fornite dagli uomini di Mourinho nella sfida valida per la seconda giornata di Europa League.

Da pochi istanti si è chiusa Roma-Helsinki: la gara dell’Olimpico ha visto i giallorossi imporsi senza troppe difficoltà con un rotondo 3-0, in virtù delle reti messe a segno da Dybala, Pellegrini e Belotti.

Voti Roma-Helsinki Dybala
Paulo Dybala ©LaPresse

Impatto devastante di Dybala, che subentrato nella seconda frazione di gioco impiega un solo minuto per imprimere il suo sigillo, con una conclusione a fil di cotone che si insacca imparabilmente all’angolino. Dopo una prima frazione di gioco nella quale i giallorossi hanno fatto fatica a trovare con continuità lo specchio della porta avversaria, il match si stappa nella ripresa, complice anche i cambi di Mou. Lievitano in maniera esponenziale le prove di Zaniolo e Pellegrini, che confezionano il raddoppio con tecnica, qualità ed un pizzico di fortuna.

Voti Roma-Helsinki, Dybala entra e segno: bene Pellegrini

Buona la prova del “Gallo” Belotti, che offre sempre una valvola di sfogo importante alle verticalizzazioni dei suoi compagni, proteggendo palla grazie alla sua forza fisica ed impegnandosi in maniera caparbia anche in alcuni recuperi nella propria metà campo. L’ex capitano del Toro – al suo primo goal con la nuova maglia – appare visibilmente il crescita di condizione, e questo non può non essere un’ottima notizia per Mou, che si gode anche un Matic in versione gigante in mezzo al campo, capace di dirigere il “traffico” in mediana senza difficoltà.

Dopo un primo tempo un pò in chiaroscuro, anche Spinazzola cresce con il passare dei minuti, rendendosi protagonista di un paio di sortite delle sue. L’ingresso in campo di Smalling contribuisce a rendere tutto più semplice anche nella fase arretrata, con l’inglese che ha preso il posto di un Ibanez non sempre perfetto in tutte le letture. Rui Patricio – mai particolarmente impegnato – è salvato dal palo in occasione di una delle sporadiche sortite offensive dei finlandesi.

ROMA (3-4-2-1): Rui Patricio 6, Mancini 6, Ibanez 5,5 (’46 Smalling 6), Vina 6 (’46 Dybala 8), Karsdorp 6, Cristante 6 (’63 Camara 6) , Matic 7, Spinazzola 6, Zaniolo 7,5 (’76 Abraham 6), Pellegrini 7,5 (’69 Bove, Belotti 7,5.