Roma, che sfortuna con gli arbitri: “Errori ridotti all’uno per cento”

Roma, che sfortuna con gli arbitri: “Errori ridotti all’uno per cento” è la sentenza. Ma questo non sembra toccare i giallorossi

Polemiche su polemiche. Situazioni non viste e Var che spesso sembra essere in vacanza. Insomma, poteva andare meglio decisamente in questa prima parte di stagione agli arbitri che, nonostante abbiano la tecnologia a disposizione, non riescono quasi mai a chiudere una partita senza insinuazioni o senza entrare nel mirino dei tifosi e anche degli addetti ai lavori che, molto spesso, s’interrogano su come possano essere prese alcune decisioni che già sembrano evidenti in tempo reali, e poi vengono comunque confermate dalla tecnologia.

Roma
Mourinho ©LaPresse

In poche parole mai una settimana si può rimanere tranquilli. Ed emblematici sono anche i casi successi in Roma-Atalanta di domenica scorsa che hanno fatto scatenare pure Mourinho, espulso, e che è in attesa di capire quale sarà la decisione del giudice sportivo. Vedremo. In ogni caso, oggi, ha parlato Rizzoli, che ha concesso un’intervista al Quotidiano Nazionale.

Roma, la sentenza di Rizzoli

roma mourinho
José Mourinho durante la sfida con l’Atalanta ©LaPresse

“Prima dell’introduzione del Var, in una partita di calcio gli errori arbitrali erano all’incirca pari al sei per cento delle decisioni. Da quando esiste l’assistenza tecnologica – ha spiegato l’ex direttore di gara che è sceso in campo anche in una finale Mondiale – la percentuale si è ridotta all’uno-due per cento. La differenza è evidente”

Evidente, sì, però questo non sembra mai essere a vantaggio o a supporto della Roma. Ed è pure per questo che, allargando il discorso, Rizzoli conferma: “Poi comprendo che il tifoso della squadra vittima di uno sbaglio nonostante il Var sia arrabbiato” ha concluso. Una situazione che però e purtroppo aggiungeremmo noi, non sembra avere una soluzione. Errori ce ne sono e probabilmente – anzi, sicuramente – ce ne saranno. E le polemiche non finiranno mai.