Tragedia allo stadio, almeno 180 morti in Indonesia

Tragedia allo stadio: almeno 180 morti in Indonesia nella notte. Scene mai viste in una partita di calcio. Quello che è successo

Parliamo di una tragedia dalle proporzioni mai viste. Che va oltre il senso non solo dello sport ma anche della vita. Qualcosa di mai visto all’interno di un campo di calcio. Qualcosa che mai più si rivedrà molto probabilmente. Nella notte appena trascorsa in Indonesia è successo di tutto. Almeno 180 morti per una partita di pallone. E tantissimi, troppi, feriti.

Tragedia allo stadio
Le immagini che arrivano dall’Indonesia ©AnsaFoto

Un’invasione di campo che si è trasformata in tragedia a Malang, nella provincia di Giava Orientale. Il tutto è esploso alla fine della partita tra l’Arema Fc e il Persebaya Surabaya, squadra con cui non perdevano da più di vent’anni e rivale da sempre. Stadio pieno in ogni ordine di posto e alla fine sono entrati in campo almeno in 3mila dicono le autorità della zona. E inizialmente la polizia ha cercato di calmare gli animi ma non c’è riuscita. Lancio di lacrimogeni e fuggi fuggi generale hanno fatto scatenare il panico. E, così come riporta l’Ansa, citando una fonte ospedaliera, tra le vittime ci sarebbe anche un bambino di cinque anni.

Tragedia allo stadio, il bilancio è catastrofico

©AnsaFoto

Il bilancio come detto è catastrofico e parla di oltre 180 vittime, morte per la calca che si è creata. All’esterno dell’impianto di gioco poi sono state bruciate le auto della polizia. Una guerriglia che ha portato a qualcosa di davvero inimmaginabile. Le reazioni sui social non sono tardate ad arrivare, uno dei primi è stato Sergio Ramos che ha espresso vicinanza alle vittime.

L’Arema Fc, tramite il proprio sito, ha già fatto sapere di essere pronto a mettersi a disposizione delle autorità per le indagini e ad offrire un risarcimento alle famiglie delle vittime. Che se ne faranno ben poco. Da tutta la redazione di AsRomalive.it un pensiero di cordoglio.