Roma-Betis, palo e infortunio nel primo tempo: si ferma di nuovo

Roma-Betis, doppio infortunio nella prima frazione di gara e “sospiro” di sollievo per Mourinho. Ecco cosa è successo.

Dopo aver vinto a San Siro i giallorossi sono questa sera attesi dalla delicata quanto importante partita contro il Betis di Pellegrini, rappresentante attualmente la compagine da battere per avere speranza di rimediare prontamente al primo scacco europeo contro il Ludogorets, al fine di provare a vincere un girone per approdare direttamente agli ottavi di Europa League.

Roma
José Mourinho ©LaPresse

I 90 minuti non sono certamente di facile approccio, alla luce delle indubbie qualità della compagine spagnola che ha già ampiamente dimostrato su campo continentale di essere una delle favorite per il gruppo costituito anche da Helsinki, Ludogorets e Roma. La prima frazione di gara, fin qui, è stata caratterizzata da diversi eventi, soprattutto legati all’infermeria.

Roma-Betis, anche Fekir lascia il campo: altro infortunio dopo Celik

Roma
Fekir ©LaPresse

Nei primissimi minuti José Mourinho è stato già costretto ad operare un cambio, a causa dello scontro di gioco che ha coinvolto sulla fascia destra Mehmet Celik e Gianluca Mancini. Il laterale turco si è immediatamente fermato, reclamando gli aiuti dello staff medico dalla panchina. Dopo l’uso dello spray sulla regione interessata, più o meno all’altezza del ginocchio, l’ex Lille ha cercato di rimettersi in gioco per coadiuvare i propri compagni di squadra. Non c’è però voluto molto per comprendere che le sue condizioni non fossero le più felici e che fosse necessario l’intervento di Spinazzola, con adattamento a destra di Zalewski.

Poco dopo anche Fekir, tra le fila del Betis, si è fermato sul terreno di gioco chiedendo immediatamente di essere sostituito, alla luce anche dell’infortunio muscolare che lo aveva reso indisponibile per diverso tempo. Un pensiero in meno, per certi versi, per José Mourinho, ben consapevole della centralità e l’importanza dell’algerino, qualche minuto prima vicino alla rete con un tiro scagliatosi sul palo alla sinistra di Rui Patricio.