Roma-Napoli, Mourinho in conferenza: “Zaniolo deve crescere”

Roma-Napoli, Mourinho sta parlando in conferenza stampa. Segui le parole del tecnico portoghese in vista della gara di domani. LIVE

E’ appena cominciata la conferenza stampa di José Mourinho in vista dell’importante gara di domani sera all’Olimpico contro il Napoli di Luciano Spalletti. Il portoghese sta presentando una sfida decisamente delicata che potrebbe dare una svolta importante alla stagione della squadra giallorossa. Ecco le sue parole LIVE.

Roma-Napoli
Mourinho ©LaPresse

Un abbraccio da tutta la squadra alla famiglia di Francesco“. Così inizia Mou la sua conferenza stampa in vista della gara di domani. Ricordando Valdiserri, il diciottenne morto due giorni fa in un incidente nella Capitale.

“Siamo in una condizione buona. Oltre i soliti anche Celik è fuori ma dalla prossima tornerà a disposizione. Abbiamo avuta una settimana per recuperare gente che aveva bisogno di allenarsi e preparare questa partita. Loro sono primi in classifica e dopo dieci gare vuol dire già qualcosa. Abbiamo il diritto di giocare e di pensare che vogliamo giocarcela al meglio. Un’opinione quasi generale che il Napoli è favorito. Ma qualche volta il favorito perde”.

“Penso che Zaniolo è in quel momento dove deve migliorare e capire il gioco. Deve migliorare la sua interpretazione. E penso che essendo un giocatore d’attacco è istintivo. Ma dovrebbe essere più cerebrale, capire meglio che in alcune zone non si può perdere la palla. Quello che mi piace tanto da Nicolò, e penso alla gara contro la Samp, dove mi dimostra una crescita dal punto di vista emozionale, dove quando non inizia la partita era più triste e più individualista che pensa a lui. Ma contro la Samp parte dalla panchina con una cosa sola in testa: faccio parte di una squadra e voglio aiutarla a vincere e capisco l’interpretazione dell’allenatore. Grande maturità”.

“Tre partite di squalifica, per lui, è comunque qualcosa di allucinante. Il suo rosso poteva già essere un giallo. E una giornata erano tante. Ma tre sono troppe. E per questo ragazzo è tutto troppo e lo devo difendere”.

Roma-Napoli, le parole di Mourinho

Roma
José Mourinho ©LaPresse

“L’attacco siamo l’ottavo del campionato perché sbagliamo gol, non perché non siamo offensivi” ha sbottato Mourinho in conferenza. “E noi non abbiamo mai aspettato qualcuno. E come si può sbagliare gol se aspetti una squadra? C’è una contraddizione in come giochiamo e quando segniamo. Magari domani andiamo davanti tre volte e facciamo tre gol. Contro l’Atalanta siamo andati in area venti volte e abbiamo perso subito un tiro in porta”.

“Per migliorare davanti bisogna lavorare tanto. Un accumulo di situazioni. Ci sono pure profili e profili di giocatori. Noi abbiamo dei profili che segnano poco e altri che fanno gol come Tammy, Belotti e Lorenzo. I gol arriveranno di questo ne sono certo. La mia sensazione è che una squadra un giorno pagherà, andremo avanti cinque volte e fare cinque gol e segneremo in tutti i modi”.

“Con Spalletti siamo amici. Lui è un bravissimo allenatore e io non sono scarso. Lui sa che vuole vincere ma sa che può perdere. E non fa bluff quando lo dice. La vedo una cosa normale, dichiarazioni vere. Rispetto per l’avversario perché noi siamo quarti”.

https://www.youtube.com/shorts/xp6VcVpgjUM